Giovani e casa, la guida pratica della Confedilizia.

E’ stata presentata a Roma la Guida “Casa e Giovani”, un vademecum pratico sulla locazione e compravendita immobiliare, realizzato da Notariato e Confedilizia per accompagnare e orientare le giovani generazioni nella scelta della soluzione abitativa più adeguata alle proprie esigenze. 

Secondo Scenari Immobiliari, quasi 7 milioni di giovani vivono ancora con i genitori, ma almeno 2 milioni cercano una casa da acquistare o da affittare. Negli ultimi dieci anni la quota di acquirenti sotto i 34 anni sul totale compravendite di alloggi è passata dal 20 a oltre il 26%, arrivando a quasi 200mila compravendite nel 2022. Sicuramente il calo dei tassi di interesse e le agevolazioni pubbliche, hanno dato impulso al mercato ma è in atto anche un cambiamento culturale, anche effetto della pandemia. La spinta verso il cambiamento e la novità (anche abitativa) è superata dal desiderio di restare ancorati alle radici.

LEGGI ANCHE:  Inclusione giovani, Treu: "Serve alfabetizzazione digitale".

Il vademecum, in particolare, si articola in due sezioni, la prima dedicata all’acquisto della casa e la seconda all’affitto. Attraverso una serie di domande semplici e intuitive viene affrontata una panoramica dei principali aspetti normativi e fiscali relativi alla compravendita immobiliare e alla locazione. Vengono infatti approfonditi temi come il preliminare di vendita, la conformità catastale, la regolarità urbanistica, i benefici prima casa, la gestione dell’abitazione principale, le conseguenze in caso di rivendita della prima abitazione, così come questioni legate ai diversi tipi di locazione (libera, agevolata, transitoria, turistica) e ai rapporti condominiali.

Il vademecum rappresenta un tentativo di riordinare e selezionare contenuti specialistici per tradurli in risposte semplici, senza dimenticare che nessuna guida è sostitutiva della competenza, dell’attenzione e della sensibilità che può offrire il singolo professionista.

LEGGI ANCHE:  No Green pass. La Capigruppo discute sulla situazione del Garante dei diritti dei detenuti.