Dal 1° dicembre a Cagliari tornano “I Mercatini Tradizionali di Natale”.

Le luminarie sono accese già da qualche giorno, ma il Natale cagliaritano entrerà nel vivo domenica 1 dicembre con l’inaugurazione della quarta edizione dei “Mercatini di Natale” che animeranno il centro città con le ottantuno casette in legno aperte dalle 10 alle 22 e pronte ad ospitare ottantasei espositori.

“Il sogno – ha commentato l’Assessore alle Attività Produttive, Alessandro Sorgia nel corso della conferenza stampa di presentazione – è che la nostra diventi una delle manifestazioni tra le migliori in Italia e per questo abbiamo iniziato un percorso accanto alle associazioni dei commercianti perché grazie ad una festa importante si possa anche rivitalizzare tutta la città, iniziando dalle attività produttive”.

Il cuore pulsante dell’iniziativa sarà tra la piazza Yenne, il Corso Vittorio Emanuele II e la piazza Del Carmine ma non solo. L’intento degli organizzatori, in piena sintonia con quelle che sono le linee guida dell’amministrazione, è quello di coinvolgere anche i quartieri storici a cominciare dalla Marina che, con degli eventi itineranti, parteciperà alla festa insieme alle vie dello shopping, Manno e Garibaldi.

Presenti all’incontro con i cronisti anche gli Assessori Paola Piroddi e Alessandro Guarracino che, per il loro ambito di competenza, hanno lavorato accanto al collega delle Attività Produttive perché tutto fosse predisposto nel migliore dei modi.

“Per quanto ci riguarda – ha spiegato l’Assessore Guarracino, competente sull’Ambiente – abbiamo partecipato su due profili: il primo riguarda lo smaltimento dei rifiuti durante la manifestazione, mentre il secondo è relativo direttamente all’ambiente con una visione green. Tutti i prodotti saranno, infatti, custoditi e confezionati con materiali riutilizzabili. È un passo culturale importante per far capire che il rispetto dell’ambiente deve arrivare in tutti gli ambiti della società”.

Contributo importante anche quello dell’Assessorato al Verde Pubblico che ha fatto in modo che piazza Del Carmine fosse pronta all’appuntamento. “Sembrava un’impresa impossibile – ha commentato Paola Piroddi – ma siamo riusciti ad arrivare in tempo. Dal punto di vista culturale – ha aggiunto l’Assessora che ha la delega anche sulla Cultura – dobbiamo fare in modo che Cagliari accolga le realtà dell’interno in modo che la città sia un bacino di promozione delle stesse. E vogliamo anche riprendere le tradizioni cristiane legate al Natale, come ad esempio il Presepio. Cercheremo anche di riaprire per tempo la Passeggiata Coperta del Bastione dove ci piacerebbe organizzare alcuni appuntamenti del Natale Cagliaritano”.

In attesa che i Mercatini entrino nel vivo, giovedì 28 e venerdì 29 novembre a partire dalle 18,30, il Corso Vittorio Emanuele II sarà animato dalla prima edizione di “Calici di Natale”, iniziativa enogastronomica che consentirà ad alcune cantine sarde di proporre la degustazione dei loro vini.

Alla conferenza di presentazione hanno preso parte, oltre ai rappresentanti dell’Amministrazione comunale, anche gli altri protagonisti che hanno dato un contributo all’organizzazione come Emanuele Frongia di Confcommercio, Stefano Agus dell’Associazione “Shardana”, Giovanni Podda dell’Unione di Comuni di Barbagia, Paolo Angius di “Strada Facendo”, Gianluca Mureddu del Consorzio “Cagliari Centro Storico” e Antonio Ghiani del CCN “Corso Vittorio Emanuele II”.

LEGGI ANCHE:  'Mercato cuore': il nuovo spazio per hobbisti e Partite IVA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.