Collegato, maggioranza: “Istruttoria ampia”, opposizione: “Manca parere del CAL”.

Sterili e ricorrenti discussioni sul nulla continuano ad agitare “la dialettica politica” nell’Aula del Consiglio regionale. Oggi, all’ordine del giorno,l’approvazione del rendiconto del Consiglio per il 2022 e la presentazione delle relazioni di maggioranza e opposizione sul Collegato alla Finanziaria.

Disegno di legge n.373, introdotto in apertura dal presidente della commissione Bilancio Stefano Schirru. Un provvedimento, secondo l’esponente della maggioranza, oggetto di un’istruttoria “ampia e complessa” e di un un lungo ciclo di audizioni nelle commissioni competenti “durante la quale sono stati affrontati argomenti di grande importanza ma estranei alla competenza della commissione, come quelli relativi al personale mentre, sul piano ordinamentale, sono stati esaminati problemi altrettanto significativi, come l’assetto delle circoscrizioni provinciali, il recupero del patrimonio edilizio e la gestione del demanio marittimo”.

LEGGI ANCHE:  Campagna vaccinale, somministrate 21mila dosi nelle ultime 24 ore.

Parere decisamente non condiviso dalla minoranza che, attraverso il relatore Giuseppe Meloni, ha stigmatizzato il ritardo dell’arrivo della legge in Aula e la presenza di emendamenti inammissibili ed in contrasto con il regolamento consiliare: “La legge denota la scarsa capacità di programmazione della maggioranza, già peraltro segnalata anche dalla Corte dei conti, ed evidenzia un grave rallentamento delle procedure di spesa, con danni evidenti per tutto il sistema regionale”.

Mancherebbe, ancora, il parere del Cal data la presenza di norme sugli Enti locali, senza contare l’esclusione del Consiglio regionale dal processo decisionale sulle “grandi partite” proposte recentemente dalla Giunta Solinas, per l’esponente progressista Francesco Agus: “E’ inutile discutere di piccole questioni mentre si tralasciano delibere di giunta “pesanti” che prevedono spese per per centinaia di milioni, incidono sulla salute, fanno danni erariali e sono in contrasto con le decisioni del Consiglio come quella sugli ospedali: è una situazione che politicamente non accettiamo”, ha dichiarato Agus.

LEGGI ANCHE:  Ladri di sabbia: sanzionati 5 turisti.

Parere, è stato ricordato dal presidente del Consiglio, che è stato formalmente richiesto. Per la prossima puntata bisognerà attendere il prossimo martedì, a conferma del tasso di stacanovismo messo in atto dalle parti di via Roma.