Il presidente/commissario Solinas incontra Salvini: “Più risorse per le opere strategiche”.

Dopo le copiose critiche (bipartisan) indirizzate al presidente Christian Solinas, nonché commissario per le Grandi opere, per i ritardi sull’avanzamento dei lavori di numerosi lotti delle strade della Sardegna, oggi Solinas ha incontrato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, per fare il punto sui lavori e investimenti per l’Isola. Tematiche, come ricordato anche dalla discussione odierna sul Collegato alla Finanziaria, lontane dai radar del Consiglio regionale, confermando lo scarso tenore della dialettica tra l’Esecutivo e il Legislatore regionale. Piccolezze!

E’ comunque raggiante il “rappresentante legale” dell’Isola al cospetto dell’esponente dell’Esecutivo Meloni: “Siamo più che mai determinati a realizzare le infrastrutture strategiche che l’Isola attende da tempo e i nuovi investimenti, in particolare, consentiranno di dare un rinnovato impulso a tutte quelle opere che potranno così avere un’adeguata copertura finanziaria. Abbiamo chiesto garanzie per le opere commissariate e l’impegno del Governo a incrementare ulteriormente le risorse non può che essere accolto favorevolmente – ha aggiunto il “commissario-presidente” -. Sulle grandi opere viarie, oltre al completamento della Sassari-Alghero, che partirà a breve e per il quale abbiamo recentemente siglato un accordo con Anas, c’è la più completa attenzione, in particolare al nord per la Olbia-Arzachena-Palau e al sud per il completamento della SS195, oltre agli interventi di messa in sicurezza sulla SS130. L’immediata disponibilità da parte del Governo di un ulteriore finanziamento di 30 milioni a copertura dell’aumento dei costi per la realizzazione delle opere rappresenta un segnale di attenzione verso l’Isola”.

LEGGI ANCHE:  Consiglio regionale e antipolitica: seduta rinviata per mancanza del numero legale.