Vita indipendente: giovani italiani fuori di casa a 30-anni.

Si conferma sopra la media Ue l’età di abbandono del tetto genitoriale da parte dei giovani italiani. Nel “Bel Paese”, secondo la ricerca dell’Eurostat, i giovani lascerebbero la casa dei genitori a 30,9 anni (rispetto alla media europea di 26,4).

Peggio dell’Italia solo la Croazia, con una età media di 33,4 anni, ma la scelta di una vita indipendente avviene in ritardo anche in Slovacchia (30,8), Grecia (30,7), Bulgaria (30,3) e Malta (30,1). Più virtuosi i giovani finlandesi, fuori casa già da 21,3 anni, gli svedesi (21,4), danesi (21,7) ed estoni (22,7).

LEGGI ANCHE:  Partecipazione giovanile: in Emilia si celebra il protagonismo delle "nuove generazioni".