Ucraina e Moldova: un altro anno di sospensione dei dazi Ue.

Il Consiglio ha prorogato per un altro anno la sospensione dei dazi all’importazione e delle quote sulle esportazioni ucraine e moldave verso l’UE.

Rinnovo, per l’Unione, che “riafferma il fermo sostegno politico ed economico all’Ucraina dopo due anni di aggressione militare da parte della Russia, e allo stesso tempo rafforza la protezione degli agricoltori dell’UE per quanto riguarda alcuni prodotti agricoli sensibili”.

Le misure commerciali autonome dell’UE per l’Ucraina si applicheranno così dal 6 giugno 2024 al 5 giugno 2025 (dal 25 luglio 2024 al 24 luglio 2025 per la Moldova) e riguarderanno la sospensione di tutti i dazi doganali e le quote in sospeso ai sensi del titolo IV dell’accordo di associazione UE-Ucraina (DCFTA).

LEGGI ANCHE:  Richiedenti asilo, gravi violazioni dei diritti umani.

Il regolamento includerà anche due meccanismi di salvaguardia per proteggere il mercato dell’UE. Inoltre, per uova, pollame, zucchero, avena, mais, semole e miele si applica un freno di emergenza, che verrà attivato automaticamente se i volumi delle importazioni raggiungeranno la media annuale delle importazioni registrate tra il 1° luglio 2021 e il 31 dicembre 2023.  

“Grazie ai guadagni generati dalle esportazioni ucraine verso e attraverso l’UE, l’Ucraina avrà più mezzi finanziari per vincere questa guerra e sarà in una posizione più forte per riprendersi”, ha dichiarato nell’occasione il Commissario per il Commercio, Valdis Dombrovskis.

foto ElasticComputeFarm da Pixabay.com