Sconfitta a Milano, Leonardo Semplici: “Lotteremo fino alla fine”.

Nonostante una buona prova di resistenza contro l’artiglieria messa in campo dalla capolista, il Cagliari di Semplici esce dalla gara di Milano con un’altra sconfitta. Non sono arrivati i ‘fatti’ tanto auspicati dal tecnico fiorentino alla vigilia della gara contro l’Inter ma rimane intatta la fiducia nella squadra: “Avevo chiesto delle risposte sul piano caratteriale e dopo le ultime due partite e le ho avute. Affrontavamo una squadra forte, in grande salute, basta dare un’occhiata a quanti punti di vantaggio che ha sulla seconda per avere un’idea del campionato che sta facendo; in casa le ha vinte tutte. Nonostante questo – ha proseguito Semplici – siamo andati vicini a cogliere un risultato positivo, limitando il potenziale offensivo dell’Inter. Purtroppo contro queste squadre non puoi mai abbassare la guardia, gli è bastata un’azione per andare dentro e castigarci. Da parte nostra ho visto spirito, voglia, determinazione: aspetti fondamentali per la nostra salvezza”.

Lotta retrocessione sempre più greve per il Cagliari, ma continua a non mancare l’entusiasmo sulla panchina rossoblù: “A fine gara ho cercato di rincuorare i ragazzi. Se è vero che contro Spezia e Verona non meritavamo di perdere, oggi ho visto qualcosa in più, un altro piglio, un’altra cattiveria agonistica ed è proprio attraverso questo tipo di prestazioni che possiamo arrivare al nostro traguardo. La squadra sa giocare a calcio, sotto il profilo tecnico e tattico ha poco da imparare: partita con altri obiettivi, si è trovata a lottare per non retrocedere e fa fatica a mettere in campo le sue doti. Magari ci si attende che la possa risolvere un singolo ma finora questo non è mai avvenuto. Bisogna avere un po’ di coraggio, cercare la giocata semplice, lottare tutti insieme. Oggi mi è piaciuta la mentalità, anche nel finale i ragazzi ci hanno provato”.

LEGGI ANCHE:  Scontro 'salvezza' contro lo Spezia, Leonardo Semplici: "Per noi è un impegno cruciale".

Foto Cagliari Calcio