Prima sconfitta per il Cagliari di Leonardo Semplici: “Dovevamo prestare più attenzione”.

“Siamo andati in campo con l’intenzione di fare la partita, ma dovevamo stare più attenti: col nostro atteggiamento abbiamo finito per esaltare le qualità della Juventus”. Questo il commento a caldo del tecnico Leonardo Semplici, oggi alla sua prima sconfitta in rossoblù.

“La strada – ricorda mister Semplici – si è fatta subito in salita sin dal primo calcio d’angolo, dove abbiamo concesso un gol con troppa facilità. Abbiamo concesso troppe ripartenze, in certe situazioni è necessario essere più scaltri, spendere qualche fallo in più. Oltre i meriti della Juventus, ci sono i nostri demeriti. Forse la colpa è mia – ha proseguito il tecnico rossoblù – non sono riuscito a trasmettere ai miei giocatori quanto fosse importante questa gara, che si presentava difficile, che si poteva perdere, ma in un’altra maniera”.

LEGGI ANCHE:  Coppa Italia, arriva il Pisa. Semplici: "Siamo pronti a partire nel migliore dei modi".

Prima frazione di gioco da ‘censurare’ per l’allenatore del Cagliari: “Il primo tempo non è stato dei migliori, avremmo dovuto essere più attenti in fase di non possesso. Nella ripresa invece siamo tornati in campo col piglio giusto, siamo rientrati in partita col gol di Simeone e abbiamo anche avuto un paio di occasioni per segnare ancora. Siamo rimasti con le distanze giuste, la squadra ha lottato su ogni pallone, senza mai rischiare, se non nell’ultima occasione con la parata di Cragno su Ronaldo. La Juventus forse nella ripresa è un po’ calata, la nostra reazione c’è stata, per quanto tardiva. Mi consola un po’ il fatto che tutto questo sia successo contro una grande squadra”.

LEGGI ANCHE:  Arriva l'Hellas, Leonardo Semplici: "Cattiveria e desiderio di rivalsa".

Segnali positivi, dovendo guardare il bicchiere mezzo pieno, sono arrivati da tutti i giocatori schierati in campo da Semplici, anche a partita in corso: “Chi è entrato si è fatto trovare pronto. Cerri e Pereiro hanno creato alcuni buoni presupposti. Guido un gruppo di ragazzi che vuole uscire da questa situazione, tutti si sono messi a disposizione, chi entra dimostra spirito e mentalità giusta. Sono contento per Simeone, che non segnava da un po’ di tempo”.

Archiviata la ‘pratica’ Juventus, da domani corpo e mente al prossimo incontro contro lo Spezia: “Da domani ci concentriamo sullo Spezia – conclude Semplici – ma prima è meglio ripensare tutti, io in primis, a quel che è accaduto nel primo tempo. Ripartiamo subito dall’atteggiamento avuto nella ripresa, per preparare al meglio la partita di sabato”.

LEGGI ANCHE:  I convocati da mister Semplici contro il Bologna.

Foto Cagliari Calcio