Salvezza sempre più lontana per i rossoblù di Semplici.

Sconfitta esterna per il Cagliari sul campo dell’Inter. A Milano i nerazzurri non vanno oltre l’1 a 0 contro la squadra di Semplici, ma tanto basta per consolidare il primato in classifica e ‘inchiodare’ i rossoblù a meno 5 punti dal Torino. Decisivo, quasi a evidenziare la condanna del Cagliari, il guizzo dell’ex Toro Darmian.

Ospiti schierati dall’inizio con Vicario in porta, Rugani, Godin e Carboni in difesa, Zappa, Duncan, Marin, Nainggolan e Nandez in mezzo, Joao Pedro e Pavoletti coppia d’attacco.

Primi pericoli prodotti dai padroni di casa con Eriksen all’11’ ma l’esordiente Vicario neutralizza senza patemi. L’Inter come prevedibile, attacca a pieno organico ma un Cagliari ben disposto sul campo lascia pochi varchi all’11 di Conte. Mischia in area rossoblù al 22′ su punizione calciata in area da Eriksen, Vicario fa suo il pallone dopo il tentativo di Skriniar. Poco dopo è Sensi a sfiorare il gol con una conclusione maligna, pallone a lato.

LEGGI ANCHE:  Pareggio alla Sardegna Arena. La Roma recupera nel secondo tempo.

Al 29′ Vicario dimostra nuovamente di essere un’ottima alternativa ad Alessio Cragno, respingendo una velenosa conclusione di destro di Sanchez. Al 38′ Lukaku cicca in piena area un assist arretrato di Darmian, si inserisce Eriksen, botta fuori misura.

Cagliari che prova a vincere l’inerzia in attacco rendendosi pericoloso un minuto dopo con l’ex Nainggolan, servito sulla sinistra da Joao Pedro, ma Handanovic respinge la fiondata.

Nella ripresa iniziano ad aprirsi alcuni spazi per le ripartenze rossoblù. L’Inter va vicina al gol al 55′, con Lukaku, bravo a farsi trovare pronto su cross di Brozovic: fortunato Vicario con la conclusione che sfila di poco al lato del palo sinistro. Estremo difensore rossoblù attento anche pochi minuti dopo sulla bordata da fuori area di Eriksen e sulla conclusione radente di Romelu Lukaku. Ma il gol è nell’aria e l’Inter spinge forte la trazione anteriore.

LEGGI ANCHE:  Trasferta 'salvezza': il Cagliari torna ad Asseminello.

Su angolo di Eriksen, colpisce De Vrij di testa, il pallone pizzica la parte alta della traversa. Conte inserisce Lautaro Martinez e Hakimi per Sanchez e Young al 70′. Pochi minuti dopo nel Cagliari Asamoah rileva Duncan.

Al 77′ l’Inter sblocca il risultato: Lukaku spalle alla porta fa viaggiare Hakimi, cross basso per Darmian che arriva in corsa dalla parte opposta e scaraventa in gol. Proseguono le sostituzioni nell’Inter Gagliardini e Vecino entrano al posto di Eriksen e Sensi, quindi D’Ambrosio per Darmian. Cambia anche Semplici con l’intenzione di aumentare l’arsenale offensivo del Cagliari con l’inserimento di Simeone al posto di Rugani. Proprio il Cholito all’88’ si presenta in ritardo sul cross di Zappa. Occasione sfumata per il pareggio.

LEGGI ANCHE:  Riprende la preparazione ad Asseminello.

Dentro anche Pereiro e Cerri per l’assalto finale, escono Zappa e Pavoletti. Nei 3 minuti di recupero l’Inter riesce a contenere e alla fine si porta a casa i 3 punti. Si fa sempre più critica la lotta salvezza per il Cagliari.

Inter-Cagliari 1-0

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian (39′ st D’Ambrosio), Sensi (36′ st Vecino), Brozovic, Eriksen (36′ st Gagliardini), Young (25′ st Hakimi); Lukaku, Sanchez (25′ st Lautaro Martinez). A disp.: Padelli, Radu, Ranocchia, Perisic, Pinamonti. All.: Conte.

Cagliari (3-5-2): Vicario; Rugani (39′ st Simeone), Godin, Carboni; Zappa (46′ st Cerri), Marin, Nainggolan, Duncan (27′ st Asamoah), Nandez; Pavoletti (46′ st Pereiro), Joao Pedro. A disp.: Aresti, Ciocci, Tripaldelli, Klavan, Calabresi, Lykogiannis, Walukiewicz. All.: Semplici.

Arbitro: Pairetto.

Marcatori: 32′ st Darmian (I).

Ammoniti: Brozovic (I), Nainggolan (C).