Trasferta impegnativa a Milano, Semplici: “Servono i fatti”.

Il Cagliari si presenta a Milano per affrontare la capolista Inter senza Cragno (positivo al Covid) e Deiola (fermato da un risentimento al polpaccio), oltre agli infortunati Ceppitelli, Sottil e Tramoni. Recuperato invece Nandez.

Una trasferta impegnativa per Leonardo Semplici: “In alcuni momenti soffriremo, ma aspettarli significherebbe portarsi l’avversario in casa. Dovremo avere equilibrio nelle due fasi, pronti a difenderci in una certa maniera e a controbattere con le nostre qualità, in modo ancora più aggressivo. Questi ragazzi sono chiamati a mettere in campo quelle doti che finora per un motivo o per un altro non sono riusciti ad esprimere pienamente”.

Non c’è, quindi, più spazio per le chiacchiere per mister Semplici: “Io e i ragazzi ci siamo confrontati in settimana ma adesso il momento delle parole è finito: servono i fatti. Abbiamo lavorato con ancora più attenzione a certi dettagli, provando a migliorarli con sempre più determinazione e voglia; sotto questo aspetto, devo dire che i ragazzi hanno dato grande disponibilità e attenzione sin dai primi giorni. I risultati però dicono che quel che abbiamo fatto non è sufficiente, dunque bisogna tutti tirar fuori qualcosa in più, a cominciare dall’allenatore”.

LEGGI ANCHE:  Appuntamento con la "Dea", Ranieri: "Recuperato Petagna".

Su chi scenderà in campo domani, il tecnico dei rossoblù non si è sbilanciato nelle dichiarazioni, confermando che saranno schierati “i giocatori che durante la settimana mi hanno dato più garanzie: saranno scelte oculate, non drastiche”.

Nel corso del pomeriggio è stata confermata, infine, la lista dei 22 convocati contro l’Inter: Aresti, Godin, Tripaldelli, Nainggolan, Marin, Simeone, Joao Pedro, Klavan, Calabresi, Nandez. Asamoah, Pereiro, Lykogiannis, Rugani, Zappa, Cerri, Pavoletti, Vicario, Duncan, Ciocci, Walukiewicz e Carboni.

foto Cagliari Calcio Valerio Spano