Laboratorio Adolescenza: “Il 40% dei giovani italiani è ansioso”.

Sono stati pubblicati i primi risultati dell’indagine nazionale su abitudini e stili di vita degli adolescenti in Italia realizzata da Laboratorio Adolescenza, Istituto Iard e presentati insieme a Lundbeck Italia.

Da quanto emerge dal rapporto, realizzato su un campione di 5700 giovani, oltre il 40% dei giovani tra i 13 e i 19 anni afferma di sentirsi, spesso o qualche volta, ansioso al punto di avere la percezione di non riuscire a respirare. In particolare la maggior parte degli adolescenti si sente frequentemente triste, senza una specifica ragione, soffre di sbalzi d’umore. A subire di più il disagio emotivo sono le ragazze, con una percentuale oltre l’80%.

Quasi il 40% dei giovani intervistati, infine, ha conosciuto un coetaneo che pratica l’autolesionismo per affrontare situazioni di agitazione, tristezza e tensione.

LEGGI ANCHE:  La condizione giovanile per l'Eurostat.

Alla domanda “Come ti consideri riguardo al futuro” il 14,6% degli studenti italiani si è dimostrato ottimista, il 32,7% fiducioso, il 36,5 incerto e il 16,2 preoccupato. Nelle scuole medie si registra la maggior percentuale di ottimisti (21,3%) mentre nelle scuole superiori il dato arriva al 12,7%. Il futuro è decisamente preoccupante per il 9,6% degli studenti/esse delle scuole medie. Percentuale che arriva al 18,1% tra gli intervistati nelle scuole superiori.

Crescono anche i disagi verso l’esperienza del viaggio. Alla domanda “Quale è il tuo approccio nei confronti del viaggiare rispetto agli anni passati”, cresce il timore rispetto al passato tra il 10,7% degli studenti/esse delle scuole medie. Un dato più basso si registra invece tra i frequentanti le scuole superiori (8,7%).

LEGGI ANCHE:  Dialisi al Sirai, Mario Nieddu: "Nessuno stop".

foto Sardegnagol, riproduzione riservata