La Commissione sospende la cooperazione transfrontaliera e la cooperazione transnazionale con Russia e Bielorussia.

A seguito dell’aggressione militare russa contro l’Ucraina, e in linea con la decisione della Commissione di dare piena attuazione a tutte le misure restrittive dell’UE, la Commissione europea ha deciso di sospendere la cooperazione con la Russia e la Bielorussia nel quadro dei programmi di cooperazione transfrontaliera dello strumento europeo di vicinato (ENI CBC) e del programma Interreg per la regione del Mar Baltico.

Non saranno erogati ulteriori pagamenti alla Russia o alla Bielorussia e la sospensione avràeffetto immediato per i nove programmi di cooperazione transfrontaliera dello strumento europeo di vicinato che coinvolgono la Russia e la Bielorussia e per il programma Interreg per la regione del Mar Baltico nel periodo di programmazione 2014-2020. Il finanziamento complessivo dell’UE per gli otto programmi con la Russia ammonta, in particolare, a 178 milioni di euro, mentre il finanziamento totale dell’UE per i due programmi con la Bielorussia è di 257 milioni di euro. Tale sospensione è prevista dal regolamento sul programma di cooperazione dello strumento europeo di vicinato nel caso di violazioni del diritto internazionale, dei diritti umani, dei principi democratici e dello Stato di diritto. 

LEGGI ANCHE:  Sassoli: "Larghissima maggioranza in Parlamento per l’ambizioso pacchetto di 2.000 miliardi"

La cooperazione con i due paesi è sospesa anche in relazione al nuovo periodo di programmazione 2021-2027.

La Commissione, contestualmente, sta al tempo stesso valutando con urgenza il margine giuridico e operativo per un rafforzamento degli attuali programmi di cooperazione transfrontaliera tra i Paesi dell’UE (Polonia, Ungheria, Romania, Slovacchia) e l’Ucraina e la sua partecipazione al programma ENI CBC per il bacino del Mar Nero o al programma transnazionale Interreg Danubio.

Lo strumento europeo di vicinato (ENI) è il principale strumento finanziario della politica estera dell’UE per i paesi del vicinato orientale e meridionale. Il programma di cooperazione transfrontaliera dello strumento europeo di vicinato (ENI CBC) 2014-2020, che nel periodo di programmazione 2021-2027 si chiamerà “Interreg NEXT 2021-2027”, è finanziato dalla politica europea di vicinato e dalla politica di coesione dell’UE. Supporta lo sviluppo sostenibile lungo le frontiere esterne dell’UE e contribuisce a ridurre le differenze nel tenore di vita affrontando sfide comuni attraverso tali frontiere. Consente anche la cooperazione tra l’UE e i portatori di interessi regionali e locali dei paesi partner, sulla base del principio di partenariato su un piano di parità.

LEGGI ANCHE:  Ucraina, Wang Wenbin: "USA diffondono disinformazione".

foto Kremlin.ru