Giovani creativi. A Rimini l’hackathon sui programmi europei.

Per il terzo anno consecutivo e in occasione dell’Anno Europeo dei Giovani, il Parlamento europeo e il WMF, We Make Future, il più grande festival sull’Innovazione Digitale, propongono l’hackathon “#Europeans For Future”. Lo scopo dell’iniziativa, che si tiene alla Fiera di Rimini, è coinvolgere i creativi nella costruzione di una campagna di comunicazione social che racconti i programmi europei. Alla premiazione parteciperanno anche le eurodeputate Alessandra Basso e Sabrina Pignedoli.

Squadre di giovani studenti, comunicatori, fumettisti, illustratori, influencer e creator si confronteranno nella realizzazione di una campagna che sappia presentare i programmi europei: LIFE, Europa Creativa, ERASMUS+, Europa Digitale, Horizon; Cittadinanza, uguaglianza, diritti e valori; Fondo Sociale europeo; Corpo europeo di solidarietà. I gruppi dovranno esprimere il ruolo di questi strumenti avvalendosi, con il supporto di un mentor, di video, grafiche e illustrazioni.

LEGGI ANCHE:  La dichiarazione dei redditi 2021 di Vladimir Putin secondo il sito del Cremlino.

La competizione avrà luogo nelle prime due giornate del festival, il 16 e il 17 giugno. Una giuria composta da esperti digitali e rappresentanti del Parlamento europeo selezionerà i 3 team finalisti che avranno l’occasione di presentare la propria campagna sul Mainstage del WMF. La premiazione, a cui interverranno le europarlamentari Alessandra Basso (ID – Lega) e Sabrina Pignedoli (NI – M5S), si terrà il 18 giugno e comporterà l’accesso alla WMF Summer School per il primo team classificato, l’accesso al Capodanno della Formazione Digitale e al WMF 2023 per il secondo, l’accesso gratuito al WMF 2023 per il terzo.

Nel 2020 la collaborazione tra WMF e Parlamento europeo aveva dato viva all’hackathon “Europei VS Covid19”; nel 2021 a “#InsiemePer #ilfuturoètuo”. Quest’anno i riferimenti per l’iniziativa sono: insieme-per.eu, per la creazione di una comunità paneuropea e la costruzione di un futuro migliore, e #EuropeanYearOfYouth, in riferimento all’Anno Europeo dei Giovani.

LEGGI ANCHE:  Continuità Territoriale Marittima, Adina-Ioana Vălean: "Nel trasporto marittimo le decisioni spettano agli Stati membri".

Per Carlo Corazza, direttore dell’Ufficio del Parlamento europeo in Italia “l’Anno Europeo dei Giovani offre l’occasione per evidenziare le tante opportunità offerte dall’Unione europea sui temi che più stanno a cuore ai giovani, come il digitale e la transizione verde. Il WMF rappresenta una bella occasione per discutere di questi temi con un pubblico ampio e interessato, anche all’Europa e al suo futuro. Per questo come Parlamento europeo continuiamo a sostenere questa attività di hackathon e a farlo nella cornice della community insieme-per.eu, che promuove la partecipazione attiva alla democrazia”.

“Puntiamo sempre sui giovani e sul loro coinvolgimento attivo nella costruzione di un futuro migliore – ha aggiunto Cosmano Lombardo, fondatore e Chairman del WMF -. La collaborazione con il Parlamento europeo, che siamo felici di rinnovare per il terzo anno consecutivo, punta proprio a questo, alla costruzione di un futuro più sostenibile, equo e digitale nato dalle idee e dalle creatività delle nuove generazioni”.

LEGGI ANCHE:  Industria discografica, Tiziana Gibelli: "Si investe poco sui giovani talenti nazionali".