Tursport: L’Isola del turismo sportivo.

Tursport, l’ambizioso progetto per la promozione delle manifestazioni sportive nazionali e internazionali in Sardegna, è stato presentato stamane nel corso di una conferenza stampa condotta da Alessandro Nuccorini, uomo di sport e Vice Presidente del Comitato Organizzatore Locale “TurSport Sardegna”. Un programma pluriennale che intende favorire lo sviluppo delle presenze turistiche in Sardegna nei periodi di bassa stagione.

Un connubio semplice come rimarcato da Nuccorini nel corso della presentazione: “Mettere assieme il mondo dello sport, attraverso le federazioni sportive nazionali e internazionali, e gli organizzatori di eventi, per assicurare che le manifestazioni sportive che si svolgeranno in Sardegna nei prossimi tre anni possano avere un impatto turistico e commerciale sul territorio con importanti ricadute economiche e lavorative”.

LEGGI ANCHE:  Logudoro e Meilogu "all'assalto" del mercato turistico dei Balcani.

Manifestazione che porterà risorse a livello locale per gli organizzatori: “Tursport porterà ossigeno all’indotto locale: ristorazione, enogastronomia, artigianato, abbigliamento, ingressi a musei e monumenti, attività culturali, abbigliamento, merchandising legato alle singole manifestazioni sportive. Benefici non solo per l’industria prettamente turistica ma anche per le imprese di altri settori localizzati nelle aree coinvolte direttamente e non dai grandi eventi sportivi”.

Nonostante l’assenza di rappresentanti sardi nel comitato i promotori garantiscono che “l’evento è ancorato a elementi caratteristici del territorio” e che “l’investimento avrà un indubbio ritorno, portando in Sardegna numerosi atleti e giornalisti provenienti da tutto il mondo”. 

Secondo gli ideatori del progetto saranno almeno 100.000 le presenze alberghiere annue che le manifestazioni sportive organizzate da TurSport potranno generare nei vari territori dell’isola nel periodo ricompreso da settembre a maggio. Una stima che, con molta probabilità, dovrà essere ricalcolata alla luce della pandemia ancora in corso, e della mancanza di appeal della Sardegna nel periodo autunnale e invernale. 

LEGGI ANCHE:  Coldiretti Giovani: Laura Cocco nuova delegata a Oristano.

Nel corso della conferenza è stato presentato l’elenco degli eventi già programmati nell’ambito di Tursport. Si inizierà il 15 settembre con il Campionato Mondiale di Biliardo sportivo a 5 birilli (Calangianus) e si proseguirà con la BJJ Summer Week, il campo estivo internazionale di Brazilian Jiu Jitsu che vedrà la partecipazione di istruttori internazionali.

Da Londra è poi intervenuto Igor Lanzoni, Stella al merito del CONI e membro della Federazione Internazionale di Ju Jitsu: “Con questo progetto vogliamo rilanciare il sistema turistico sportivo, attraverso la combinazione di discipline sportive diverse e di alta qualità. A Stresa, comune piemontese, la comunità attraverso l’organizzazione di eventi sportivi è riuscita a creare una importante fonte di ricchezza per la comunità locale”. 

LEGGI ANCHE:  Foodss, Massimo Temussi: "Abbiamo raggiunto l’obiettivo".

Nel finale la conferenza si è focalizzata, inevitabilmente, sulle polemiche degli ultimi giorni legate al finanziamento triennale del programma Tursport, ben 5,7 milioni in tre anni. Polemiche stemperate dallo stesso Alessandro Nuccorini: “Al momento non è stato erogato un euro. Posso confermare che il finanziamento all’interno di Tursport avverrà per singolo evento che dovrà essere regolarmente rendicontato, come richiesto dalle vigenti normative, alle quali noi ci atterremo”. 

Foto Sardegnagol, riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.