Manovra: fondo ministeriale contro il caro voli per Sicilia e Sardegna.

E’ stato approvato in Commissione Bilancio della Camera dei Deputati l’emendamento a firma dell’esponente del M5S Angela Raffa, per l’istituzione di un fondo ministeriale contro il caro voli per Sicilia e Sardegna, ovvero le regioni d’Italia più penalizzate con riferimento alla continuità territoriale. Il fondo, si legge nel provvedimento, avrà una dotazione di 5 milioni di euro per il 2023 e di 15 milioni dal 2024.

“Finalmente – spiega la prima firmataria – affrontiamo in maniera seria il problema. Questo è stato possibile grazie alla riforma costituzionale, che abbiamo fortemente voluto ed ottenuto al fotofinish della scorsa legislatura, con cui abbiamo riconosciuto il principio di insularità nell’art. 119 della nostra Carta Costituzionale. Dopo una lunga trattativa, conclusasi solo dopo la mezzanotte, il fondo avrà una dotazione di 5 milioni di euro per il 2023 e di 15 milioni dal 2024. Io avevo chiesto 75 milioni di euro, il Governo aveva inizialmente offerto due milioni di euro per il 2023 e 4 milioni dal 2024. Il fondo sarà insufficiente ma è un primo passo: essere riusciti a istituire un fondo stabile destinato a questo scopo è un risultato storico”.

Risorse che andranno a favore della mobilità dei cittadini residenti nel territorio della Regione Siciliana e della Regione Autonoma della Sardegna.

LEGGI ANCHE:  Riforma Tpl, Moro: "Fronte comune con sindacati ed enti locali".

Entro i prossimi 60 giorni, con decreto del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, saranno stabilite le modalità attuative del fondo.