“Sardi e sicuri”. La campagna di screening si sposta nell’Area Vasta e Sud Sardegna.

Il progetto ‘Sardi e sicuri’, promosso dalla Regione e realizzato da Ares-Ats, prosegue sabato 13 e domenica 14 marzo sul territorio dell’Area Vasta e parte del Sud Sardegna*. Dopo la tappa nella città di Cagliari, la più grande operazione di screening anti-Covid mai realizzata nell’Isola si sposta su altri 19 comuni: Selargius, Sestu, Monserrato, Quartucciu, Settimo San Pietro, Senorbì, Monastir, Ussana, Guasila, Nuraminis, Samatzai, Selegas, San Basilio, Pimentel, Sant’Andrea Frius, Barrali, Suelli, Guamaggiore e Ortacesus.

La formula sarà quella adottata nel Medio Campidano e a Cagliari, con un’attività di monitoraggio concentrata in un unico weekend, attraverso il solo impiego dei test antigenici a immunofluorescenza di ultima generazione e alta sensibilità al virus. Otto i comuni dove lo screening si terrà in un’unica giornata, in ragione del numero di abitanti. A Barrali, Selegas, Pimentel e Guamaggiore i test si terranno nella sola giornata di sabato 13, mentre a Sant’Andrea Frius, Suelli, San Basilio e Ortacesus ci si potrà sottoporre al tampone domenica 14 marzo.

LEGGI ANCHE:  'Sardi e sicuri' arriva a Nuoro. Verso l'attivazione di nuovi servizi al San Francesco.

A condurre lo screening saranno circa 700 operatori, tra medici, infermieri e tecnici informatici, a cui si aggiungono numerosi volontari, che opereranno in 29 sedi attrezzate per un totale di 74 postazioni per l’esecuzione dei tamponi antigenici rinofaringei.

Il test è libero e gratuito. I cittadini che vorranno sottoporsi al tampone dovranno semplicemente presentarsi, dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 18, in una delle sedi operative muniti di tessera sanitaria. Sarà inoltre necessario comunicare agli operatori un numero di telefono al quale verrà inviato l’sms con le indicazioni per poter accedere al referto online. Alcuni Comuni hanno previsto specifiche modalità per scaglionare gli accessi alle sedi dello screening.

LEGGI ANCHE:  Recupero crediti non corretto: sanzionata finanziaria.

Tutti i casi di positività rilevati dal tampone antigenico saranno immediatamente sottoposti a verifica per mezzo del test molecolare.

A oggi lo screening del progetto ‘Sardi e sicuri’, che coprirà l’intero territorio regionale, ha coinvolto quattro aree (Ogliastra, nuorese, Medio Campidano e città di Cagliari) per un totale di 104 comuni e circa 180mila test antigenici eseguiti sulla popolazione.

*Selargius palestra Scuola via Bellini – via Rossini; palestra Scuola Media Inferiore Dante Alighieri via Bixio; palestra via Ariosto (Su Planu); palestra via delle Begonie: Quartucciu Sala consigliare, Via Giofra 1; Centro Agroalimentare, via delle Fragole; Palestra, via Piri: Sestu palestra scuole medie via Dante; palestra scuole elementari di via Repubblica; palestra scuole elementari di via Ottaviano Augusto; Monserrato palestra impianti sportivi via Dell’Aeronautica Comparto 8; Salone parrocchiale “SS Redentore” via San Lorenzo; palestra Istituto IPSAR Antonio Gramsci, via Decio Mure snc; palestra impianti sportivi “Riu Saliu” via Capo Comino: Settimo San Pietro via Lussu – palestra Scolastica: Monastir via Tempio: Ussana palestra scolastica – via Crispi/ via Branca: Nuraminis palestra Comunale via S. Satta: Samatzai palestra comunale – via San Giovanni Paolo I, n.civico 10: Barrali Municipio – via Cagliari, 9: Sant’Andrea Frius Impianti sportivi comunali – palazzetto dello sport, via Don Bosco: Senorbì
palestra Comunale via Tevere: Suelli Largo Monte Granatico 6/8: Selegas palestra scolastica, via Roma: Guasila via Raimondo Scintu: San Basilio palestra Comunale, via Eleonora d’Arborea: Pimentel palestra, Via Gusila 34: Ortacesus palestra Comunale in Via Mazzola snc: Guamaggiore scuola dell’Infanzia, viale 4 novembre15.

LEGGI ANCHE:  Sassari-Olbia, Giunta regionale: "Convocare il Cis".