Politiche giovanili autoreferenziali: parte il “Neet Working Tour” del Ministero.

Al via il prossimo 11 aprile il NEET Working Tour: la nuova ‘alzata d’ingegno’ promossa dalla ministra per le Politiche giovanili, Fabiana Dadone, in collaborazione con l’Agenzia Nazionale per i Giovani e l’Agenzia Nazionale per le Politiche attive del lavoro.

“Una campagna informativa itinerante rivolta ai NEET (Not in Education, Employment or Training), giovani inattivi di età compresa tra i 14 e i 35 anni che non studiano, non lavorano e non fanno formazione – spiegano dal Ministero -. L’iniziativa – prosegue la nota – rientra nel “PIANO NEET”, un piano strategico di emersione e orientamento dei giovani inattivi”.

Un tour che rappresenta l’ennesimo tentativo ‘fiori e colori’, tanto in voga tra le ‘istituzioni’ responsabili delle politiche giovanili in Italia, lontano, con molta probabilità, dal rappresentare una buona pratica di successo per il coinvolgimento dei giovani inattivi non solo per il messaggio autoreferenziale – per non dire ipodermico – dell’evento ma anche per la decisione di portare il tour prevalentemente nelle aree urbane – escludendo di fatto i giovani delle aree rurali e periferiche – nonché di escludere tra le destinazioni del tour intere realtà territoriali, come la Sardegna, il Molise, la Valle d’Aosta, le Province Autonome di Trento e Bolzano, il Veneto, il Friuli Venezia-Giulia, l’Emilia-Romagna, l’Umbria e le Marche.

LEGGI ANCHE:  Vino e olio: sì all'intesa per la promozione nelle scuole.

Ma per l’esponente del Governo Draghi, il Neet Working Tour, ribattezzato da oggi come il ‘giro con il pulmino’ nelle 12 città italiane* porterà entusiasmo e opportunità tra i giovani italiani: “Il giro nelle città italiane – spiega la ministra Fabiana Dadone -, ha lo scopo di raggiungere i giovani nella loro confort zone, ingaggiarli, metterli a conoscenza dei progetti e delle iniziative che il Governo ha messo in atto. Vogliamo raccontare loro, che l’Italia è un Paese per giovani che offre ad ognuno la possibilità di realizzarsi”.

*Torino (11 aprile), Alessandria (11 e 12 aprile), Genova (20 e 21 aprile), Brescia (22 e 23 aprile), Lucca (26 e 27 aprile), Chieti (28 e 29 aprile), Roma (4 e 5 maggio), Napoli (6 e 7 maggio), Matera (10 e 11 maggio), Brindisi (13 e 14 maggio), Cosenza (17 e 18 maggio) e Palermo (22 e 23 maggio).

LEGGI ANCHE:  Dopo il consiglio l'opposizione blocca le commissioni

foto Ministero Politiche Giovanili