Pacchetto per la ripresa dei mercati dei capitali: il Consiglio adotta la prima serie di misure.

Il Consiglio dell’UE ha adottato oggi le modifiche alla direttiva relativa ai mercati degli strumenti finanziari (MiFID II) e al relativo regolamento, per facilitare la ricapitalizzazione delle imprese dell’UE sui mercati finanziari a seguito della crisi sanitaria.

Insieme agli adeguamenti del quadro dell’UE per la cartolarizzazione, le misure fanno parte del pacchetto per la ripresa dei mercati dei capitali concordato tra il Consiglio e il Parlamento europeo alla fine dello scorso anno, con l’obiettivo di consentire ai mercati dei capitali di sostenere più agevolmente la ripresa economica.

Le norme relative al regime MiFID II sono state modificate per semplificare gli obblighi di informazione, salvaguardando la protezione degli investitori. Ad esempio, le modifiche riducono le informazioni sui costi e sugli oneri che devono essere fornite agli investitori professionali e alle controparti autorizzate. Anche le informazioni su supporto cartaceo relative agli investimenti saranno gradualmente eliminate.

LEGGI ANCHE:  Assemblea ONU, le conclusioni adottate dal Consiglio dell'UE: "Istituire vertice UE-ONU periodico".

Le nuove norme consentiranno inoltre alle banche e alle imprese finanziarie di raggruppare i costi di ricerca e di esecuzione per quanto riguarda la ricerca sugli emittenti a bassa e media capitalizzazione. Si contribuirà così ad aumentare la ricerca su tali emittenti e il loro accesso ai finanziamenti.

Tra le altre modifiche figurano gli adeguamenti al regime dei limiti di posizione per i derivati su merci al fine di sostenere l’emergere e la crescita dei mercati dei derivati su merci denominati in euro.

Il regolamento sul prospetto è stato modificato principalmente per istituire un nuovo “prospetto UE della ripresa”. Questo prospetto più breve faciliterà il reperimento di capitali da parte delle imprese per soddisfare le proprie esigenze di finanziamento, garantendo nel contempo informazioni adeguate agli investitori.

LEGGI ANCHE:  I ministri delle politiche giovanili dell'Ue si incontrano per fare il punto sui giovani.

Il prospetto della ripresa sarà disponibile per aumenti di capitale fino al 150% del capitale in essere entro un periodo di 12 mesi. Il nuovo regime si applicherà fino alla fine del 2022.

Le modifiche al quadro dell’UE per la cartolarizzazione dovrebbero, ancora, essere votate dal Parlamento europeo nella sessione plenaria di marzo e successivamente adottate dal Consiglio.

Il testo sarà firmato il 16 febbraio e successivamente sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale entro la fine di febbraio. Le modifiche alla MiFID II entreranno in vigore il giorno successivo alla loro pubblicazione e gli Stati membri saranno tenuti a recepirle nel diritto nazionale entro nove mesi. Le misure si applicheranno 12 mesi dopo l’entrata in vigore della direttiva.

LEGGI ANCHE:  Roaming: ok dal Consiglio dell'UE alla proroga senza costi aggiuntivi.

Foto Copyright European Union