Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com L'appello di Francesca Donato a Musumeci e Solinas: "Difendeteci o dimettetevi". - Sardegnagol

L’appello di Francesca Donato a Musumeci e Solinas: “Difendeteci o dimettetevi”.

Il prossimo 10 gennaio entrerà in vigore il decreto Festività. Un provvedimento iniquo per l’eurodeputata Francesca Donato, secondo la quale, in base al suo disposto, “a milioni di cittadini italiani saranno negati, per ragioni esclusivamente politiche e gravemente discriminatorie, i diritti fondamentali garantiti dall’art. 16 Costituzione, quali la libertà di circolazione sul territorio della Repubblica e quella di soggiornare in località diverse dal proprio Comune di residenza”.

Nello Musumeci
Nello Musumeci

Nell’occasione, ieri, l’ex esponente leghista ha invitato i cittadini delle due Isole a inviare una email ai Governatori Christian Solinas e Nello Musumeci chiedendone le dimissioni.

“È il momento di agire per riportare giustizia, uguaglianza ed equità per tutti – ha evidenziato la Donato . Nessun cittadino delle isole deve essere lasciato solo, privato della possibilità di lavorare, studiare, ricongiungersi ai propri cari, curarsi, o semplicemente circolare liberamente sul territorio italiano ed europeo”.

LEGGI ANCHE:  Bielorussia, Josep Borrell: "Le elezioni non sono state né libere né eque".

Una presa di posizione controversa ma coerente con il manifesto di Rinascita Repubblica, lanciato lo scorso mese di ottobre dall’eurodeputata: “Con il manifesto per la ‘Rinascita repubblicana’ vogliamo dire basta a due anni di sospensione dei nostri diritti fondamentali e delle nostre libertà inviolabili e chiedere di riavere indietro le nostre vite”.

Christian Solinas, foto Sardegnagol riproduzione riservata
Christian Solinas, foto Sardegnagol riproduzione riservata

Manifesto che tra i punti programmatici chiede la rimozione di ogni obbligo di vaccinazione, dell’utilizzo della mascherina “sia all’aperto che nei luoghi chiusi, ad eccezione degli ospedali, case di cura e studi medici”, la cessazione del Telelavoro, il divieto della DAD obbligata per gli studenti e le studentesse di ogni ordine e grado e delle università, e, infine, la riapertura di tutte le attività commerciali ed economiche di ogni tipo, senza limitazioni di orario o capienza.

LEGGI ANCHE:  EYE 2021. I giovani provano a contribuire al dibattito sul futuro dell'Europa. Ma solo quelli che studiano, lavorano o sono membri di organizzazioni giovanili.

foto Copyright European union 2021, Source EP Genevia Ve Engel