La Regione vuole dialogare con il Terzo Settore

La Giunta Solinas vuole dialogare con il mondo del terzo settore. Ieri è stato lanciato l’avviso per l’acquisizione delle manifestazioni di interesse al quale potranno partecipare gli enti del terzo settore in forma aggregata, con l’idea di arrivare a comporre un tavolo di consultazione per creare sinergia con il variegato mondo del volontariato. Un settore fondamentale per la coesione sociale e lo sviluppo del territorio sardo.

Un’iniziativa voluta dalla Giunta Solinas, come dichiarato dallo stesso Governatore Solinas: “Un confronto costante e costruttivo con il mondo del terzo settore e del volontariato, per studiare insieme priorità e obiettivi delle politiche sociali. Le Istituzioni devono ascoltare il mondo del volontariato e del no profit, che ha fornito un aiuto determinante non solo durante la recente emergenza sanitaria, ma in tutte le situazioni di crisi. Uno strumento che vuole concretizzare i valori della partecipazione e del confronto”.

Un tavolo di importanza strategica per l’Assessore regionale dell’Igiene e Sanità, Mario Nieddu: “Ci attendono decisioni importanti su una grande varietà di temi che riguardano le politiche sociali e riteniamo che sia indispensabile dare voce al territorio per rispondere adeguatamente alle necessità dei cittadini”.

Mario Nieddu, foto Sardegnagol riproduzione riservata“L’obiettivo – ha precisato l’assessore Nieddu – è dare massima rappresentatività a chi, nell’Isola, opera nell’ambito della solidarietà sociale, della cooperazione, dell’associazionismo e del volontariato. Sarà un tavolo flessibile che, di volta in volta, consentirà di ascoltare la voce dei componenti più direttamente coinvolti nelle tematiche da affrontare. Fra i primi argomenti che intendiamo portare all’attenzione del Tavolo c’è l’impiego di 1,2 milioni di euro di risorse nazionali, destinate a progetti che saranno proposti dalle organizzazioni di volontariato e dalle associazioni di promozione sociale”.

“L’emergenza sanitaria per il coronavirus ha profondamente inciso anche sul nostro tessuto sociale. Ora più che mai è fondamentale lavorare insieme agli enti e alle associazioni e dare sostegno al Terzo Settore, che svolge una funzione irrinunciabile su tutto il territorio. La promozione di sinergie per il raggiungimento del bene comune è solo il primo passo di un lungo cammino che intendiamo percorrere insieme a chi, tutti i giorni, si spende per le nostre comunità”, ha concluso l’esponente della Giunta.

LEGGI ANCHE:  Le associazioni del 118 alla Regione: “Senza protezioni siamo pronte a interrompere il servizio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.