Il Cagliari riassapora il gusto della vittoria.

Arriva la prima vittoria in campionato del Cagliari, contro la Sampdoria di Roberto D’Aversa. Rossoblù finalmente protagonisti di una prestazione caparbia. Note di merito, oltre che per Kevin Strootman e Keita, per Joao Pedro, autore di una doppietta.

Partita iniziata con Caceres, Godin, Lykogiannis e Carboni davanti a Cragno, centrocampo con Nandez, Marin, Strootman e Dalbert, in avanti Joao Pedro e Keita.

Partono forte i padroni di casa. Al 4′ il primo sigillo di Joao Pedro, innescato da Keita. Pochi minuti dopo Dalbert è costretto a lasciare il terreno di gioco per infortunio. Dentro Deiola.

La Sampdoria non sta a guardare: contropiede con Quagliarella che rientra sul destro e colpisce la base del palo con un tiro piazzato.

LEGGI ANCHE:  La Dinamo cade alla Versluys Dome contro Filou 88-82.

Al 42′ splendido difensivo di Godin salvifico su Candreva proiettato palla al piede al limite dell’area.

Nella ripresa Marin prova a sorprendere Audero con un tiro rasoterra, purtroppo senza successo. La Samp replica con Gabbiadini che fortunatamente non inquadra lo specchio.

Al 53′ Caputo rileva proprio Gabbiadini. Mazzarri mette dentro Ceppitelli al posto di Godin. Doppio cambio nella Sampdoria, Murru e Verre per Augello e Askildsen.

La Sampdoria pressa ma il Cagliari resiste controllando i varchi davanti ad Audero. Al 74′ arriva il raddoppio con Caceres: respinta della difesa doriana dopo una punizione di Marin, controllo, pallone sul destro e tiro deviato in porta da Thorsby. 2-0.

Gli ospiti provano a riaprire la partita all’82’ accorciando le distanze con Thorsby. Nel finale Mazzarri manda dentro Pavoletti al posto di Keita. Nella Sampdoria D’Aversa tenta la carta Depaoli per Bereszynski.

LEGGI ANCHE:  La Dinamo vince in trasferta contro il Sesto San Giovanni.

Sampdoria vicina al pareggio all’88’ con Colley. Attento Nandez nel seguire la manovra e il pallone sfila fuori. Nuovamente vicini al pareggio gli ospiti al 2′ dei 4′ di recupero: sponda di petto per Caputo, tiro di prima intenzione e parata monumentale di Alessio Cragno.

Al 93′ il Cagliari chiude la pratica nuovamente con Joao Pedro: Pavoletti prolunga di testa, il pallone sbatte addosso a Murru, Nandez gli ruba il tempo e mette al centro per il brasiliano. Finisce 3-1. Il Cagliari può tornare a sorridere.

Cagliari-Sampdoria 3-1

Cagliari (4-4-2): Cragno; Caceres, Godin (13′ st Ceppitelli), Carboni, Lykogiannis; Nandez, Marin, Strootman, Dalbert (11′ Deiola); Keita (41′ st Pavoletti), Joao Pedro. A disp.: Aresti, Radunovic, Bellanova, Altare, Farias, Pereiro, Oliva, Zappa, Grassi. All.: Mazzarri.

LEGGI ANCHE:  Gianni Chessa a Gabriele Gravina: "Sport veicolo di promozione turistica".

Sampdoria (4-3-3): Audero; Bereszynski (42′ st Depaoli), Yoshida, Colley, Augello (19′ st Murru); Thorsby, Adrien Silva, Askildsen (19′ st Verre); Gabbiadini (9′ st Caputo), Quagliarella, Candreva. A disp.: Falcone, Chabot, Ekdal, Ciervo, Dragusin, Ferrari, Yepes Laut, Trimboli. All.: D’Aversa.

Arbitro: Marchetti.

Marcatori: 4′ Joao Pedro, 29′ st Caceres (C), 38′ st Thorsby (S), 49′ st Joao Pedro (C).

Ammoniti: Carboni, Deiola (C); Thorsby, Yoshida (S).

Espulsi: D’Aversa (S).

foto Sardegnagol