Il bilancio della Questura di Cagliari. Ultimi 12 mesi 1685 sbarchi e calo dei reati contro il patrimonio.

Aumentano gli sbarchi irregolari e diminuiscono i reati contro il patrimonio. Sono queste le principali indicazioni che emergono dal bilancio di fine anno della Questura di Cagliari. In particolare, nel corso del 2021, sono stati circa 1685 i cittadini stranieri sbarcati irregolarmente nelle coste del Sud Sardegna. Territorio nel quale si è registrato nell’ultimo anno un notevole calo dei reati contro il patrimonio, in particolare di tipo predatorio, che ha raggiunto, tra arresti e denunce, una percentuale di circa – 50% in tutta la Provincia. Nel corso del 2021, ricordano dalla Questura, sono stati effettuati 359 arresti, di cui 167 per reati contro il patrimonio, tra cui furti, scippi e rapine e 192 per spaccio di droga, con quasi 9.850 kg di droga sequestrati di cui 4 kg di droga sintetica e denaro provento di spaccio per più di 200.000 euro in contanti. 

LEGGI ANCHE:  55 denunce nonostante l'inasprimento delle sanzioni.

Intenso anche l’impegno della Polizia di Frontiera nei porti e negli aeroporti che nell’anno in corso ha controllato quasi 200.000 persone e n. 1289  veicoli. Sulle principali arterie stradali della provincia, la Polizia Stradale ha effettuato, ancora, 2.636 servizi di vigilanza stradale, rilevando 5.426 infrazioni al Codice della Strada, di cui 333 per eccesso di velocità e 182 per l’uso del telefono cellulare.

L’attività della Polizia di Stato si è evidenziata anche nell’ambito dei controlli amministrativi, con servizi finalizzati al contrasto delle irregolarità nella gestione degli esercizi pubblici, nonché al gioco e alle scommesse illegali. Nel corso del 2021 sono stati effettuati complessivamente 125 controlli, che hanno consentito di sequestrare 15 apparecchiature per il gioco illegale e irrogare sanzioni amministrative per un ammontare di oltre 200.000 euro.

LEGGI ANCHE:  “La vita è bella, la vita è ballo”: domani a Roma il Flash mob degli operatori della nightlife.

Per quanto concerne i risultati ottenuti dalla Polizia di Stato, con gli specialisti della Polizia Postale e delle Telecomunicazioni, sono state denunciate 131 persone per reati informatici per un ammontare di oltre 1.800.000 euro sottratti a utenti della rete. È proseguita incessante anche la delicata attività di contrasto della pedopornografia online, con 24 casi trattati, un arresto, 17 persone denunciate e 19 perquisizioni eseguite. 

Importante, anche nel 2021, l’impegno della Polizia di Stato nella prevenzione e contrasto alla violenza di genere. Al riguardo, è stata intensificata ulteriormente la campagna di sensibilizzazione permanente “Questo non è amore…”, anche attraverso le consuete iniziative finalizzate ad informare sugli strumenti di tutela a disposizione delle vittime per chiedere aiuto (tra cui l’app. YOUPOL) e anche per agire in via amministrativa, attraverso il provvedimento amministrativo dell’Ammonimento emanato dal Questore. Tra le iniziative di settore, lo scorso 25 novembre, in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, presso gli Uffici della Questura, è stata inaugurata una stanza denominata “Stanza delle parole al sicuro”, dedicata all’ascolto protetto delle vittime di reati di genere. Nel 2021, si legge nel documento della Questura, si sono verificati complessivamente 117 episodi di atti persecutori, 133 maltrattamenti contro i famigliari e i conviventi e 12 casi di violenza sessuale. La Polizia di Stato nella Provincia di Cagliari ha effettuato, inoltre, 15 arresti per maltrattamenti in famiglia e atti persecutori, mentre le denunce per gli stessi reati sono state 47. 

LEGGI ANCHE:  Covid nell'Isola: 12 decessi nelle ultime 24 ore. Tra le vittime una 55enne.