Consiglio dell’UE: sì a 1 altro miliardo di euro per l’Ucraina.

Il Consiglio ha deciso oggi di fornire con urgenza 1 miliardo di euro di assistenza macrofinanziaria supplementare (AMF) all’Ucraina.

Insieme al 1,2 miliardi di € erogato all’inizio di quest’anno, il sostegno macrofinanziario totale dell’UE all’Ucraina dall’inizio dell’invasione russa ammonta ora a 2,2 miliardi di € e dovrebbe aumentare ulteriormente nei prossimi mesi. Tale assistenza finanziaria integra altre forme di sostegno dell’UE all’Ucraina nei settori umanitario, dello sviluppo, doganale e della difesa.

“In questo modo – ha dichiarato oggi Zbyněk Stanjura, ministro delle Finanze della Repubblica ceca – l’Ucraina riceverà i fondi necessari per coprire i fabbisogni urgenti e garantire il funzionamento delle infrastrutture critiche”.

Il sostegno assumerà la forma di un prestito a lungo termine a condizioni estremamente agevolate. Avrà un periodo di disponibilità di un anno e sarà erogato in un’unica rata, eventualmente suddivisa in una o più tranche. L’erogazione, però, avverrà solo dopo la firma del protocollo d’intesa con le autorità ucraine, fanno sapere dal Consiglio dell’UE.

LEGGI ANCHE:  David Sassoli: "Il mondo chiede più democrazia non meno"

In considerazione della situazione estremamente difficile in cui versa l’Ucraina, il bilancio dell’UE si farà carico eccezionalmente dei costi dei tassi di interesse derivanti dall’AMF, sotto forma di prestito, limitando in tal modo l’impatto sulla sostenibilità di bilancio del Paese. In questo modo l’UE fornirà un ulteriore sostegno finanziario all’Ucraina e contribuirà a migliorarne la sostenibilità del debito pubblico. L’UE metterà a punto un prestito a lunga scadenza per concedere all’Ucraina un periodo il più lungo possibile per tornare alla crescita, ricostruire la sua economia in linea con le sue aspirazioni europee.

Fra il 2014 e il 2021 l’UE ha sostenuto l’Ucraina attraverso vari strumenti, tra cui cinque operazioni consecutive di assistenza macrofinanziaria (AMF), per un totale di 5 miliardi di  di prestiti.

LEGGI ANCHE:  Legge sui mercati digitali: il Consiglio approva le nuove norme.

foto Copyright European Union