“Con i miei occhi – Storie Afgane”, dall’8 marzo la rassegna dell’ISRE.

L’otto marzo, alle 21, al Museo del Costume di Nuoro, sarà proiettato il lungometraggio “A Thousand Girls Like Me” di Sahra Mani, giovane regista afgana. L’iniziativa, ricordano dall’ISRE Sardegna, fa parte della rassegna cinematografica “Con i miei occhi – Storie Afgane” dedicato alla produzione artistica dell’Afghanistan.

Un tributo ai tanti film coraggiosi e indipendenti, ideati per convinzione profonda e con il desiderio di affermare anche una diversa visione del mondo, nonché raccontare l’Afghanistan con gli occhi delle afgane e degli afgani, come nel caso del lavoro della giovane Mani, incentrato sulla storia di Khatera, donna afgana di 23 anni, decisa ad opporsi alla volontà della famiglia e alle tradizioni del Paese per cercare giustizia per gli anni di abusi sessuali subiti dal padre. Un film coraggioso, capace di mettere in luce i difetti del sistema giudiziario afgano e la drammatica situazione delle donne del Paese dell’Asia centrale.

LEGGI ANCHE:  Arriva "Il Temporale" del Vuoto Elettrico.

Nel corso della manifestazione, spiegano i promotori, “saranno ospitati anche registe e registi afgani che in questo momento, dopo la drammatica evacuazione di agosto 2021, vivono in Italia e in Europa”, con lo “scopo di sensibilizzare la popolazione italiana sull’attuale condizione del popolo afgano”.