“CARE WHAT YOUTH WEAR”, il progetto internazionale di promozione della moda equa e sostenibile.

La moda è un potente strumento di stimolo nei giovani di tutto il mondo della consapevolezza in merito a tematiche quali ambiente, lavoro equo e corretto delle risorse naturali.  Gli indumenti che una persona indossa la collegano, infatti, a un processo globale di produzione e distribuzione.

Sulla base di tale presupposto è stato ideato “Care What Youth Wear”, un progetto internazionale finalizzato alla promozione di una moda e di un’industria tessile socialmente consapevoli.

Nato dalla collaborazione tra organizzazioni europee ed asiatiche, fra cui l’associazione sarda TDM 2000, il progetto si rivolge ai giovani di questi due continenti con degli obiettivi di ampia portata: stimolare la consapevolezza dei giovani sulle questioni globali legate al settore dell’abbigliamento; Definire percorsi formativi che aiutino i giovani ad affrontare la sfida per uno sviluppo sostenibile nell’industria dell’abbigliamento; Sviluppare, sperimentare e trasferire buone pratiche che consentano ai giovani di assumere un ruolo attivo nell’affrontare le sfide della sostenibilità nell’industria dell’abbigliamento; Promuovere la cooperazione e lo scambio di buone pratiche tra l’Europa e l’Asia.

LEGGI ANCHE:  Presentazione del libro bianco su giovani e immigrazione "Youth Participation and Youth Dialogue: TRAIN -Tracing Integration Policies through Structured Dialogue "

Le attività del progetto, in linea con la portata degli obiettivi, consisteranno di campagne di comunicazione globale, corsi di formazione, laboratori, workshop, visite di studio.

“Care What Youth Wear”, realizzato nell’ambito del programma europeo “Erasmus Plus”, avrà una durata di due anni. Vi prendono parte le associazioni Global Citizens’ Academy (Lituania – Capofila)

TDM 2000 (Italia),  Global Initiative For Exchange And Development Inc (Filippine), Volunteers Initiative (Nepal), IASIS (Grecia).