Arriva il Venezia, Walter Mazzarri: “Non vorrei si guardasse troppo alla classifica, è ancora troppo presto”.

Caccia ai 3 punti per il Cagliari di Mazzarri. Una gara di non facile lettura quella che andrà in scena domani alla Unipol Domus contro il Venezia, dato il momento no del Cagliari, alle prese con un inizio di campionato più che traumatico, tra sconfitte clamorose contro le dirette avversarie e l’esonero di Leonardo Semplici, e la ricerca di quella mentalità che continua a mancare.

Sarà la partita che segnerà l’inizio di un nuovo campionato, come dichiarato nel post partita contro il Napoli dal tecnico livornese, o la conferma che sia stata fatta una riflessione troppo frettolosa sull’operato dell’ex allenatore fiorentino dalle parti di Asseminello?

LEGGI ANCHE:  La UEFA incontra i segretari delle federazioni europee.

Mancano ancora 24 ore per avere una risposta parziale ma per Mazzarri l’entusiasmo delle prime ore inizia a necessitare di nuovi elementi per mantenersi vivo: “Non vorrei si guardasse troppo alla classifica, è ancora troppo presto – spiega Mazzarri – noi dobbiamo guardare ai progressi compiuti dalla squadra, essere lucidi: per questo c’è bisogno dell’aiuto di tutti. I ragazzi sono i primi a voler uscire da questa situazione, ma voglio vedere un po’ di ottimismo. Dobbiamo giocare con attenzione, non con la tensione”.

Sul Venezia di domani: “È una squadra sbarazzina, gioca con l’entusiasmo della neopromossa e non ha niente da perdere, esattamente come l’Empoli. Si muove molto e ha meccanismi mandati a memoria, il che la rende ancora più pericolosa. Se saremo bravi a replicare sul campo quanto provato in questi giorni, a giocare la palla, sono fiducioso di poterli mettere in difficoltà”.

LEGGI ANCHE:  Arriva l'Udinese alla Unipol Domus, Mazzarri: "Non possiamo sbagliare".

foto Cagliari Calcio