All’ex Manifattura l’Agora sugli operatori giovanili.

Sono in programma il prossimo 12 e 13 maggio le due giornate di dibattito e approfondimenti sul lavoro giovanile in Sardegna. Nel corso della due giorni all’ex Manifattura di Cagliari, organizzazioni del settore, rappresentanti politici locali (cosa ci andranno a fare?), insegnanti e operatori giovanili si confronteranno per scambiare idee e proposte sul presente e sul futuro dello youth work a livello locale e nazionale.

Previsti laboratori e gruppi di lavoro e, come ricordato dai promotori di Nur, un confronto con i consiglieri regionali e della Commissione Lavoro, Cultura e formazione professionale per esaminare la proposta di legge (la pl 182) in discussione presso il Consiglio Regionale e proporre raccomandazioni.

Ci sarà poco da discutere con gli esponenti regionali nel merito, guardando anche alla discutibile proposta di “dirottare” risorse sul fondo per le politiche giovanili regionali verso altri capitoli di spesa. Idea ampiamente condivisa dagli stessi commissari, come confermato in una delle ultime audizioni dell’assessore Andrea Biancareddu. Ovvio, tra il dire e il fare, ci sarà bisogno di un atto del Consiglio (che non viene mai fatto per un capitolo di così poca importanza), ma la sensibilità dei rappresentanti regionali è abbastanza eloquente sul tema.

LEGGI ANCHE:  Dipendenze patologiche tra i giovani in Italia, Fabiana Dadone: "1 decesso al giorno per overdose nel 2019, +11% rispetto al 2018". Senatrice Bellucci: "Relazione della ministra manchevole di un monitoraggio puntuale".

Insomma, un invito che si poteva tranquillamente tenere chiuso in un cassetto ed evitare, così, il rischio di essere autoreferenziali.