Vaiolo delle scimmie. Al via la consegna dei vaccini nell’UE.

Inizia oggi la consegna delle prime dosi di vaccino acquistate dall’Autorità europea per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie (HERA) in risposta all’attuale epidemia di vaiolo delle scimmie, con un primo arrivo di 5.300 dosi in Spagna, su un totale di 109.090 dosi ordinate.

È la prima di una serie di consegne che avverranno regolarmente nelle settimane e nei mesi a venire per garantire che tutti gli Stati membri siano pronti a rispondere all’attuale epidemia di vaiolo delle scimmie, dando la priorità agli Stati membri più colpiti.

L’annuncio è stato dato oggi dalla Commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare Stella Kyriakides:“Ad oggi, le prime consegne di vaccini in risposta all’epidemia di vaiolo delle scimmie stanno arrivando nei Paesi più colpiti. Questa – prosegue – è la prima volta che, attraverso la nostra Health Preparedness and Response Authority (HERA), acquistiamo e doniamo direttamente vaccini agli Stati membri. Con HERA in funzione, l’UE ha notevolmente rafforzato la sua capacità di risposta alle nuove minacce per la salute”.

LEGGI ANCHE:  MEF. Lufthansa e ITA chiudono l'accordo.

Come nel caso dei vaccini per il Covid-19, le dosi saranno assegnate proporzionalmente, in base alla popolazione di ciascun Paese. Gli Stati membri con un numero maggiore di casi di vaiolo delle scimmie (alla data di conclusione del contratto) avranno, però, la priorità per le consegne, come concordato con gli Stati membri.

Dopo la Spagna, i vaccini saranno consegnati al Portogallo, Germania e Belgio. Ulteriori consegne ad altri Stati membri, confermano dalla Commissione UE, avranno luogo nel corso di luglio e agosto.

Il vaiolo delle scimmie nell’UE. Dal 18 maggio, sono stati segnalati circa 2.682 casi di vaiolo delle scimmie in 23 Stati membri dell’UE (Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cechia, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Spagna e Svezia) e Norvegia e Islanda. Il vaiolo delle scimmie è una zoonosi virale (un virus trasmesso all’uomo dagli animali) con sintomi molto simili ma meno gravi a quelli osservati in passato nei pazienti con vaiolo. La malattia, endemica nell’Africa occidentale e centrale, si sta diffondendo per la prima volta in Europa.

LEGGI ANCHE:  3,6 morti ogni 100.000 persone a causa dell'alcol nel 2020.

Foto Copyright European Union, Source EP, Alexis Haulot