Commissione Europea, Mariya Gabriel: “Sport per promuovere l’integrazione europea”

Al via la settima edizione dell’infoday sul programma Sport, finalizzato a supportare la salute e il benessere dei cittadini europei. Per la Call del 2020 saranno 57 i milioni messi a disposizione dalla Commissione Europea. Durante la giornata informativa sul programma è intervenuta la Commissaria per la Gioventù e l’Innovazione, la bulgara Mariya Gabriel: “”Contiamo su di voi – rivolgendosi alla platea in sala – per la creazione di nuove proposte sullo sport. Noi crediamo che lo sport vada oltre il fattore sportivo sia per i suoi valori ma anche perchè capace di veicolare i valori europei, agevolare l’integrazione e promuovere la salute.  Lo sport, grazie alla sua magia, arriva meglio di altri messaggi al cuore dei cittadini europei” 

LEGGI ANCHE:  Abusi sui minori nello sport, Garlatti: “Indispensabili formazione e controlli preventivi”.

La Commissaria Gabriel ha poi sottolineato uno dei fattori più importanti del programma Sport: “La nostra missione è di dare un’idea di Unione a livello europeo. Il programma ci permette di aiutare, da anni, le società sportive a contrastare il doping, l’organizzazione di partite truccate, la violenza e facilitare la mobilità degli atleti. Ma non solo. Lo sport, poichè sensibilizza i cittadini a praticare stili di vita più salutari, aiuta a ridurre i costi sociali nel settore della sanità e del sociale. Dei 266 milioni investiti nel programma nella programmazione 2014-2020, le ricadute sono state sicuramente maggiori nella società europea in termine di promozione della salute e adozione di stili di vita sani. Inoltre, possiamo dire con fermezza che in Europa il livello di qualità dello sport è senza dubbio di primo livello, rispetto agli Stati Uniti, Russia e Cina”.

LEGGI ANCHE:  Identità digitale in UE, la proposta della Commissione europea.

Per la Sardegna sono intervenute diverse organizzazioni giovanili, appartenenti al Comitato delle Associazioni Sarde per la Mobilità Internazionale: “Importante essere qui – secondo alcuni rappresentanti del CASMI – per conoscere nuovi partners internazionali e creare sviluppo per la nostra isola e per i giovani sardi”.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.