UE: 2,2 milioni di euro per i giornalisti russi e bielorussi indipendenti.

L’Unione europea sostiene un nuovo progetto per potenziare il sostegno ai media russi e bielorussi indipendenti. Il progetto Free Media Hub EAST, guidato dal Centro della società civile di Praga , assegnerà sovvenzioni per oltre 2,2 milioni di euro e fornirà assistenza tra gli hub locali in cui si trovano questi media in esilio nel UE (principalmente in Repubblica Ceca, Germania, Polonia, Lettonia e Lituania).

Il progetto pilota Free Media Hub EAST, ricordano dalla Commissione von de Leyen è il risultato di un invito a presentare proposte lanciato nell’aprile 2023 e fa parte di sforzi più ampi per difendere i valori dell’UE in tempo di guerra, nonché per sostenere i media indipendenti nell’UE e oltre.

LEGGI ANCHE:  Tariffe per la stampa delle carte d'imbarco in aeroporto, Muñoz: "Pratiche sleali".

“Per combattere la propaganda di guerra del Cremlino – ha dichiarato l’esponente della Commissione europea Jourová -abbiamo bisogno di media indipendenti che dicano la verità sulla Russia. E dobbiamo sostenerli. È nostro dovere morale e nostro interesse strategico. Il nuovo progetto di oggi fa parte di questi sforzi”.

“I media indipendenti russi e la società civile – ha aggiunto il commissario per il Mercato interno, Thierry Breton – svolgono un ruolo importante nel garantire il flusso continuo di informazioni fattuali al pubblico di lingua russa e nel contrastare la disinformazione dello Stato russo. Sostenendo la produzione e la diffusione di contenuti indipendenti prodotti senza alcuna interferenza editoriale, questo progetto contribuirà ai nostri sforzi per combattere la propaganda russa”.

LEGGI ANCHE:  Bielorussia, deputati UE: "Deferire il regime di Lukashenko alla Corte internazionale di Giustizia".

foto europarl.europa.eu