Ucraina, Roberta Metsola al vertice europeo: “Dobbiamo guidare gli sforzi per proteggere chi fugge dalla guerra”.

La Presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola, in apertura del vertice europeo dello scorso 24 marzo, ha elogiato la risposta dell’UE alla guerra in Ucraina e chiesto ai leader europei di sostenere i profughi. “Quest’invasione all’Ucraina ha cambiato tutto per tutti noi. Significa che tutto quello che abbiamo difeso e promosso nel mondo sul nostro modo di vivere e i nostri valori europei è ora a rischio. L’Europa deve saper far fronte alla situazione se vogliamo garantire che questo non stravolga tutto anche per le generazioni future. Questo è il nostro momento”.

Commentando la situazione umanitaria, la Presidente ha stigmatizzato l’azione di Vladimir Putin, affermando che il presidente russo “pagherà un prezzo senza precedenti”. “Milioni di persone – prosegue – sono scappate dall’Ucraina. Altri milioni sono sfollati all’interno del Paese. Dobbiamo essere pronti, ma soprattutto dobbiamo essere disposti a fare tutto il necessario per dare un futuro senza timori a chi arriva ai nostri confini. Dobbiamo guidare gli sforzi. Il volto dell’Europa che dobbiamo mostrare deve essere quello dei cuori e delle case aperte. Un’espressione tangibile del nostro stile di vita europeo: coniugare la compassione con la forza”.

LEGGI ANCHE:  Regimi di reddito minimo, PE: "Aumentare il sostegno e l'inclusione".

Pur avendo accolto con favore l’attivazione della direttiva sulla protezione temporanea per far fronte alla situazione attuale, la Presidente Metsola ha sottolineato la necessità di “trovare soluzioni pratiche e percorribili per i dossier su asilo e migrazione che sono rimasti bloccati per troppo tempo”. “Adesso è il momento di rafforzare la nostra unità prima di trovarci di fronte a una situazione impossibile da gestire e di doverci nuovamente rivolgere ai nostri cittadini con delle scuse sul perché non ce l’abbiamo fatta”.

Metsola ha chiesto agli Stati UE di aumentare i contributi nazionali alla difesa e di usare il bilancio UE in modo più efficiente. Ha inoltre sottolineato la necessità di garantire la sicurezza alimentare e di proteggere le linee di approvvigionamento dell’UE, gli agricoltori e le persone.

LEGGI ANCHE:  Presentato a Cagliari il progetto "In Touch", ABICI: "Organizzazioni giovanili per l'inclusione dei disabili".

Passando alla questione dell’energia, la Presidente ha accolto favorevolmente la proposta della Commissione di garantire che le riserve comuni di gas vengano rifornite all’80% della loro capacità in vista dell’inverno e ha sottolineato l’urgente bisogno di ridurre la dipendenza energetica dell’Europa rispetto alla Russia. “Dobbiamo lavorare con urgenza per diversificare le nostre fonti energetiche dalla Russia. Il nostro obiettivo a lungo termine deve essere “zero gas” dal Cremlino. Sappiamo che questo non può avvenire dall’oggi al domani ma è l’unica soluzione a lungo termine”.

foto Philippe Buissin Copyright: © European Union 2022 – Source : EP