Ucraina e ripresa: 40 miliardi di euro in nuove obbligazioni per sostenere NextGenerationEU.

Per continuare a finanziare la ripresa dell’UE attraverso lo strumento NextGenerationEU, per fornire sostegno all’Ucraina e per garantire fondi per altri programmi chiave, la Commissione europea prevede di emettere 40 miliardi di euro di obbligazioni UE a lungo termine nella seconda metà del 2023.

I fondi raccolti saranno utilizzati per onorare i pagamenti relativi a NextGenerationEU; finanziare il sostegno all’Ucraina nell’ambito del programma di assistenza macrofinanziaria+ dell’UE e per coprire eventuali esigenze di pagamento aggiuntive che potrebbero derivare da altri programmi dell’UE esistenti come il meccanismo europeo di stabilizzazione finanziaria (EFSM) e l’assistenza macrofinanziaria (MFA).

La Commissione continuerà a emettere obbligazioni nell’ambito del suo approccio unificato al finanziamento e con il nome unico “obbligazioni dell’UE”.

LEGGI ANCHE:  NextGenerationEU: 50 miliardi di euro in obbligazioni emesse entro il 2022.

In combinazione con il successo dell’obiettivo di finanziamento nella prima metà dell’anno (80 miliardi di euro), il finanziamento nella seconda metà del 2023 porterà le emissioni dell’UE nel 2023 a 120 miliardi di euro, corrispondenti agli importi del 2022.

L’obiettivo di finanziamento della Commissione per il resto dell’anno, fanno sapere dall’Esecutivo von der Leyen, tiene conto delle esigenze di esborso previste dei vari beneficiari, compresi gli Stati membri dell’UE nell’ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza (RRF).

Le emissioni della Commissione continueranno inoltre a includere le obbligazioni verdi NextGenerationEU per finanziare la parte “verde” del RRF.

foto Geneviève Engel Copyright: © European Union 2022 – Source : EP

LEGGI ANCHE:  Filip De Man: "Indagare sul declino antropologico dell'Ue".