Missili e munizioni per l’Ucraina: altri 500 milioni dall’Amministrazione Biden.

Con l’ultimo pacchetto “di assistenza” per l’Ucraina di 500 milioni di dollari, l’Amministrazione Biden segna un nuovo record nell’ambito della “soddisfazione delle esigenze critiche di sicurezza e difesa del Governo di Kiev”, arrivando a toccare i 40,5 miliardi di dollari erogati, sotto forma di armamenti, dal mese di febbraio 2022.

Nel nuovo blocco gli ucraini troveranno gli immancabili sistemi di difesa aerea Patriot, Stinger, i missili HIMARS, colpi di artiglieria da 155 e 105 mm, 25 mezzi corazzati Stryker, missili TOW e Javelin, sistemi anti armatura At-4, razzi anti-corazza, armi leggere e oltre 22 milioni di munizioni, unitamente a tanto altro materiale bellico e logistico.

Nell’occasione il Segretario stampa del Pentagono, il generale Pat Ryder, ha sottolineato l’incrollabile impegno degli Stati Uniti nei confronti dell’Ucraina: “Continueremo a lavorare con i nostri alleati e partner per fornire al Governo di Kiev le capacità per soddisfare le sue esigenze immediate sul campo di battaglia e i requisiti di assistenza alla sicurezza a lungo termine”, .  

LEGGI ANCHE:  DiscoverEU: 35.000 giovani viaggiatori selezionati nel primo bando del 2022.

Un 41esimo “round di assistenza” che arriva in un periodo di sconvolgimenti all’interno della mappa del potere della Federazione Russa, come ricorda il tentativo di rivolta dei mercenari del gruppo Wagner.

foto Staff Sgt. Simon McTizic