NextGenerationEU: la comunicazione della Commissione a due anni dall’adozione del dispositivo.

La Commissione europea ha adottato la comunicazione sui primi due anni di adozione del dispositivo per la ripresa e la resilienza, lo strumento chiave al centro del piano per la ripresa NextGenerationEU, pari a 800 miliardi di euro.

La comunicazione dell’Esecutivo von der Leyne, in particolare, fa il punto sui risultati conseguiti nei diversi Stati Ue attraverso le risorse messe a disposizione dal dispositivo in favore delle riforme verdi e digitali. La comunicazione delinea inoltre nuove misure per far sì che i piani nazionali per la ripresa e la resilienza continuino ad essere attuati in modo efficace.

Ad oggi la Commissione ha erogato oltre 144 miliardi di € nell’ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza: nel dettaglio 96 miliardi in sovvenzioni e 48 sotto forma di prestiti.

LEGGI ANCHE:  Aiuti di Stato: la Commissione approva un regime di aiuti italiano da 868 milioni di euro per ridurre il costo del lavoro.

Questi cambiamenti sono stati resi possibili dal design unico della RRF, che combina i piani nazionali per le riforme e gli investimenti con priorità e finanziamenti comuni. Esaminando i piani per la ripresa e la resilienza degli Stati membri, i risultati previsti dall’UE dovrebbero portare a ridurre le emissioni di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030. A medio termine, ancora, la Commissione stima che gli investimenti finanziati da NextGenerationEU potrebbero aumentare il PIL dell’UE di circa l’1,5% nel 2024 e stimolare ulteriormente la creazione di posti di lavoro.

Nella primavera del 2023, ricordano dalla Commissione, gli Stati membri dovrebbero integrare i loro piani di ripresa e resilienza con capitoli REPowerEU , per fornire una risposta congiunta alla crisi energetica globale. Le riforme e gli investimenti nuovi o potenziati inclusi nei capitoli, finanziati dalla maggiore potenza di fuoco finanziaria dell’RRF fino a 270 miliardi di EUR, consentiranno agli Stati membri di eliminare rapidamente la dipendenza dell’UE dai combustibili fossili russi e di accelerare la transizione verso un’energia pulita.

LEGGI ANCHE:  Inclusione, inviato alle Istituzioni scolastiche il modello nazionale del Piano Educativo Individualizzato.

Per la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen il piano di ripresa NextGenerationEU ha rappresentato una “risposta vitale” alla pandemia di Covid-19: “Due anni dopo la creazione del fondo, abbiamo già erogato più di 140 miliardi di EUR e abbiamo superato i nostri obiettivi di investimento per le transizioni verde e digitale. Ora, successivamente all’ invasione dell’Ucraina da parte della Russia, il fondo è diventato un elemento chiave del nostro piano industriale Green Deal. Sosterrà i nostri Stati membri nel percorso verso l’azzeramento delle emissioni, con l’ulteriore spinta finanziaria di REPowerEU”.

foto Geneviève Engel Copyright: © European Union 2022 – Source : EP