Sassari-Alghero, via alla gara per l’affidamento dei lavori… e delle “veline entusiasmanti”.

E’ stato pubblicato nella Gazzetta europea il bando per l’assegnazione dei lavori per la realizzazione dei lotti 1 e 4 della SS291, la Sassari-Alghero.

Una notizia, alla luce degli scarsi risultati ottenuti dalla sempre meno produttiva “compagine di maggioranza”, che ha aperto la gara delle “veline entusiasmanti”.

“Abbiamo mantenuto gli impegni – “tuona” il Presidente Christian Solinas -. La gara per l’affidamento dei lavori per il completamento della Sassari-Alghero rappresenta l’ultimo miglio verso l’apertura dei cantieri per la realizzazione di un’opera strategica, attesa da tempo”.

Sulla stessa linea trionfalistica anche il presidente del Consiglio regionale, Michele Pais, nella cui nota – come è ormai prassi nella comunicazione istituzionale del rappresentante dell’Aula – non ha mancato di citare “l’eroe” Matteo Salvini.

LEGGI ANCHE:  Trasporto Pubblico, Portoghese: "Garantire il diritto alla mobilità dei cittadini".

“Un risultato che non esagero a considerare storico per un’opera attesa ormai da decenni… la gara, il cui importo complessivo delle opere è pari a 238 milioni di euro, è stata oggetto di rilevanti adeguamenti dei costi predisposti dal Presidente Solinas e a cui è stata assicurata piena copertura finanziaria dal Ministero delle Infrastrutture guidato dal Ministro e Vicepremier Matteo Salvini, che ha messo un particolare focus sulle incompiute sarde.

Una nota dal tenore propagandistico per usare un eufemismo: “Un’opera strategica attesa da oltre 25 anni dall’intero territorio vedrà finalmente la luce grazie all’attività del Presidente Solinas, con il lavoro dell’Assessore dei Lavori Pubblici Pierluigi Saiu e il fondamentale intervento del Ministro Salvini che, in soli 10 mesi di governo, ha dimostrato concretezza e attenzione al nostro territorio, sbloccando numerose opere pubbliche incompiute da decenni in tutta la Sardegna”.

LEGGI ANCHE:  Programmazione comunitaria: ok ai Comuni per l'utilizzo dei fondi residui.