Salvini, ministro poco attento: “Sardegna? La squadra di Governo sta lavorando bene”.

Un Consiglio regionale indolente, per usare un eufemismo, e una Giunta persa tra azioni estemporanee e narrazioni autocelebrative. Questo l’incontrovertibile giudizio sull’attività dell’Esecutivo e del Legislatore della XVI Legislatura. Operato, però, difeso oggi dal ministro (tutto è possibile in Italia) Matteo Salvini, in visita in Sardegna per la passerella per il nuovo distretto della Cantieristica navale. “Questa squadra alla guida della Regione ha lavorato bene, nonostante gli anni del Covid, dell’inflazione e della guerra”, ha dichiarato l’esponente dell’Esecutivo Meloni.

Matteo Salvini, Christian Solinas
Matteo Salvini, Massimo Deiana, Christian Solinas, Paolo Truzzu, Michele Pais.

Le giusitificazioni in politica, ricordiamolo, servono solo per gli elettori acritici e basterebbe, dato che si sostiene che “la squadra di Governo ha lavorato bene”, di andare a guardare quante proposte di legge promosse dai consiglieri leghisti si sono tradotte in legge negli ultimi 4 anni… un risultato impietoso! Senza contare la tenuta della stessa maggioranza di centrodestra, sempre più “gruviera” e dove ormai è da tempo avviato il gioco del riposizionamento per le prossime elezioni regionali. Gli stessi forzisti, per l’ennesima volta hanno lamentato recentemente il blocco della macchina amministrativa regionale, chiedendo (dopo 4 anni in maggioranza) “celerità e collegialità nell’individuazione delle figure apicali a capo della macchina amministrativa regionale”.

LEGGI ANCHE:  Sardegna, proclamata (anche nel BURAS) la presidente Alessandra Todde.

Un moto centrifugo che non può essere casuale. Gli stessi “cinici e ingrati” consiglieri di alcuni schieramenti politici della maggioranza, a partire dal Partito Sardo d’Azione (ricordiamolo a Salvini) stanno provando in tutti i modi la creazione di nuovi spin off per le prossime elezioni regionali, senza contare la dipartita di diversi esponenti leghisti dal nucleo originario, uscito vincitore nelle ultime elezioni regionali. Oddio, nulla di irrecuperabile, vista l’attività legislativa garantita fino ad oggi dai cosiddetti “transfughi del Carroccio sardo”. Eppure, anche in questa occasione, il delegato del Governo alle Infrastrutture e ai Trasporti è addirittura arrivato a dichiarare che in Sardegna “come Lega ci stiamo rafforzando”.

LEGGI ANCHE:  Elezioni amministrative: affluenza poco sopra il 50% in Sardegna. Peggio solo Molise e Calabria.

Dichiarazioni che possono essere giustificate solo per il gran caldo rilevato oggi nella Città di Cagliari. Le alte temperature, si sà, possono fare brutti scherzi!

foto Ufficio Stampa Regione Sardegna