Riduzione notiziari Tgr, Solinas: “Inaccettabile”, Musumeci: “La Rai investa sull’informazione delle sedi regionali”.

Preoccupa la decisione annunciata dall’AD della Rai di ridurre i notiziari della notte in Sicilia e Sardegna. Una ipotesi criticata in tarda serata dai Governatori delle due regioni insulari, Christian Solinas e Nello Musumeci. Per l’esponente sardista “tale scelta, che appare non motivata da dati di ascolto non inferiori alla media nel difficile attuale orario di messa in onda, lo è ancor meno in relazione al ruolo di servizio pubblico che la Rai deve svolgere proprio partendo dalle realtà territoriali, cardine del suo compito istituzionale”.

Parere condiviso dal Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci che ha chiesto alla Rai di investire maggiori risorse nelle sedi regionali: “I notiziari, i giornalisti, le sedi regionali della Rai sono i primi presìdi di informazione del Servizio pubblico sul territorio. Nella quotidianità di tutti noi c’è, quasi sempre, l’abitudine di seguire l’ultima edizione del telegiornale, e i suoi aggiornamenti, prima di concludere la giornata. Mi auguro davvero, e sono al fianco dei giornalisti che si oppongono alla soppressione del notiziario della notte, che la Rai investa ulteriormente sulla informazione delle sedi regionali, ribadendo la loro centralità e potenziando – anziché ridurla – una offerta che può avvalersi di tante, validissime professionalità”.

LEGGI ANCHE:  “Giovani 2024: il bilancio di una generazione”. In Italia perso oltre un quinto dei giovani.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata