Consiglio, Gruppo PD: “Solinas decida se far ripartire il sistema turistico”

“Il Presidente della Regione abbandoni ogni fronte polemico che lo impegna, ormai, da settimane, per dedicarsi, con urgenza, all’adozione delle misure necessarie a fronteggiare l’emergenza economica dell’isola”. Questa la posizione dei consiglieri regionali del Partito Democratico che, con una interrogazione, hanno sollecitato il Presidente Solinas ad “andare oltre le questioni dei protocolli sanitari giudicati impraticabili, o dei certificati destituiti da ogni fondamento scientifico, come hanno provato a spiegargli i suoi colleghi Presidenti delle altre regioni d’Italia, oppure, rimuovere tutte le incertezze, e avviare uno poderosa campagna promozionale al fianco degli operatori turistici regionali”.

Un nuova iniziativa del gruppo dem per richiamare la Giunta regionale alle sue responsabilità: “Nel frattempo che Solinas era impegnato in una polemica di dimensioni mediatiche nazionali – continuano i consiglieri democratici – i grandi tour operator, costretti dai tempi ristretti della programmazione delle vacanze, smistavano i turisti in altre località concorrenti con la Sardegna, con tutte le immaginabili conseguenze economiche che da ciò derivano”.

LEGGI ANCHE:  Borse "Master and Back". I termini per le domande scadono il 30 novembre.

“Persino nelle Isola Canarie più volte chiamate in causa – continua il comunicato dei democratici – si potrà andare in vacanza, a partire dal 1° luglio, liberamente, senza alcun documento di tipo diagnostico sanitario e neppure certificazioni di qualsiasi tipo”.

Una richiesta di intervento che evidenzia anche l’assenza del parere degli esperti per il gruppo dei consiglieri del PD: “Qual è il parere del Comitato Tecnico Scientifico in materia di protocolli sanitari da eseguirsi per il controllo dei flussi portuali e aeroportuali? E come si potrebbe conciliare il legittimo desiderio di maggiore sicurezza con i numeri degli arrivi previsti dallo stesso presidente della Regione?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.