Regione Friuli Venezia Giulia: 60,2 milioni di euro per i giovani.

100 milioni di euro in più. E’ la dotazione ‘bonus’ contenuta nel Fondo sociale europeo per gli anni 21-27 della Regione Friuli Venezia Giulia, approvata dalla quinta commissione del Consiglio regionale.

Nel corso della discussione in aula, l’assessora regionale per il Lavoro e l’Istruzione, Alessia Rosolen, ha ricordato le 5 priorità del piano di investimento del FSE+ regionale. All’occupazione andranno 52,04 milioni di euro, all’istruzione e formazione saranno destinati 143,8 milioni, per l’inclusione sociale circa 102 milioni e per l’assistenza tecnica 14,9 milioni. Sorprendente, invece, la quota destinata ai giovani: oltre 60 milioni di euro.

Il programma, secondo l’esponente della Giunta di Massimiliano Fedriga, mirerà a contrastare “il calo demografico, il mismatch tra domanda e offerta di lavoro e punterà alla formazione di nuovi mestieri e competenze”.

LEGGI ANCHE:  Italia Paese difficile per i giovani, Tiziana Cignarelli: "Incarichi a pensionati nella PA".

Un nuovo corso che dovrà dedicare particolare attenzione a giovani e donne, modernizzare i centri per l’impiego, garantire la parità di genere nel mercato del lavoro e l’inclusione lavorativa per i gruppi svantaggiati.