RdC e indolenza giovanile, Bonomi: “Competitor per offerta lavoro”.

Una forma di assistenza sociale che, come dimostrato negli anni, ha creato più iniquità che benefici. Questo in poche parole è stato – e continua ad essere – il Reddito di Cittadinanza nel nostro Paese. Singolarità, più unica che rara guardando ad altre nazioni dove non solo la misura assistenziale esiste ma funziona pure, capace in una nazione affamata di lavoro di allontanare i percettori da qualsiasi percorso di inclusione lavorativa.

Una realtà rimarcata dal Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, nel corso dell’ultima assemblea di Assolombarda: “Quando cerchiamo giovani per un lavoro abbiamo un grande competitor che è il Reddito di Cittadinanza. Quando rinunci ad un posto di lavoro in altri Paesi ti tolgono il reddito”. Dato di fatto inequivocabile che conferma la vocazione assistenzialista e deleteria per la produttività italiana dei fautori di questo ennesimo “scempio” riformista.

LEGGI ANCHE:  Confindustria: "Con guerra e crisi energetica a rischio ripresa nel biennio 22-23".

“Si sono trovati i soldi per rifinanziare il reddito di cittadinanza – conclude Bonomi – ma senza riformarlo”.

Foto Confindustria