Porti e porticcioli in Sardegna: 10 milioni dalla Giunta regionale.

Dieci milioni di euro per la riqualificazione di porti e porticcioli in Sardegna. Questa la dotazione prevista dalla Giunta regionale nel corso dell’ultima seduta. Beneficiari dei contributi regionali saranno i porti di Marina Piccola (Cagliari), Alghero, Cannigione, Bosa Marina, Buggerru, Castelsardo, Cala Gonone, La Maddalena, Palau, Portoscuso e La Caletta.

Il finanziamento per il porto di Marina Piccola consentirà, nelle more del completamento del redigendo Piano Regolatore Portuale, di attuare gli interventi sulle pavimentazioni, le banchine, gli impianti e gli arredi portuali, per un importo di 1.000.000 di euro.

L’intervento a favore del porto di Alghero (1.500.000 euro) rappresenta un completamento degli interventi di riordino delle pavimentazioni, impianti, arredi e servizi oggetto di diverse segnalazioni da parte della Capitaneria di Porto, la cui necessità risponde a finalità di sicurezza e operatività portuale.

LEGGI ANCHE:  Enogastronomia, Foodss 2: aperte le selezioni per 10 giovani sardi.

Il finanziamento per il porto di Cannigione, nel Comune di Arzachena (700mila euro), rappresenta una integrazione finanziaria del progetto di messa in sicurezza del molo di sopraflutto, in parte già finanziato con precedenti programmi per tenere conto delle impreviste gravi condizioni statiche emerse durante la fase di progettazione degli interventi. L’intervento a favore delle strutture portuali di Bosa Marina (500mila euro) rappresa una integrazione necessaria per dar corso al ripristino del pontile interno al porto e per il ripristino della mantellata del molo di sopraflutto.

Per il porto di Buggerru, invece, sono previsti 900.000 euro. Con il finanziamento per il porto di Castelsardo (500mila euro) sarà possibile ripristinare la pavimentazione della banchina di riva e il pontile radicato sulla medesima banchina, che versano in condizioni di degrado strutturale.

LEGGI ANCHE:  Campagna vaccinale, Francesco Agus: "Basta con le perdite di tempo e gli annunci autocelebrativi".

Nel porto di Cala Gonone (Dorgali) con il finanziamento di 500mila euro sarà possibile procedere al recupero del fabbricato adibito a sede della Capitaneria di Porto e blocco servizi realizzato oltre 35 anni fa, che oggi non risponde più neppure alle normative in tema di barriere architettoniche.

Il finanziamento per il porto di La Maddalena è, ancora, pari a 1,4 milioni di euro. Il finanziamento per il porto di Palau è invece volto, in particolare, a dare copertura finanziaria agli interventi sulle rampe di imbarco, sulle pavimentazioni, impianti e arredi portuali, per un importo di 250.000 euro. Nel porto turistico di Portoscuso, con 600 mila euro, si procederà alla realizzazione degli interventi di manutenzione, messa in sicurezza ed efficientamento dell’infrastruttura per garantire la fruizione e migliorarne i servizi.

LEGGI ANCHE:  Politiche giovanili in Sardegna: continuano le scelte autoreferenziali.

L’intervento per il porto di La Caletta, nei Comuni di Siniscola e Posada, porterà nel territorio 2 milioni di euro. Infine, l’intervento proposto per il Comune di Calasetta (150mila euro) riguarda la messa in sicurezza della banchina e soprattutto la realizzazione dell’impianto di illuminazione del porto, in assenza del quale verrebbe interdetto l’utilizzo da parte dell’Autorità Marittima.

Foto Sardegnagol riproduzione riservata