Neutralità climatica: aiuti UE per le regioni più colpite dalla transizione green.

Il bilancio dell’UE interverrà per sostenere le regioni che dipendono dall’industria ad alta intensità di carbonio nella transizione verso la neutralità climatica. Questa l’indicazione dei deputati europei contenuta nell’accordo raggiunto con i negoziatori del Parlamento e del Consiglio, che vede tra i principali miglioramenti, rispetto alla proposta originaria, l’aumento della componente di sovvenzione per le regioni meno sviluppate del 25% della componente di prestito e un’assistenza finanziaria per la preparazione di proposte per i progetti destinati a beneficiare delle risorse dello strumento.

Attraverso lo strumento di prestito del settore pubblico (Public sector loan facility – PSLF) che sosterrà gli investimenti degli enti pubblici nei territori più negativamente colpiti dalla transizione climatica, sarà possibile sostenere gli obiettivi climatici dell’Unione per il 2030 e lo sviluppo di una economia a neutralità climatica entro il 2050, spiegano dal Parlamento europeo.

LEGGI ANCHE:  Aiuti di Stato: 25 milioni di euro a sostegno delle imprese italiane di produzione di audiovisivi colpite dalla pandemia.

Uno strumento, inoltre, che prevede sovvenzioni per 1,5 miliardi di euro dal bilancio UE e prestiti per 10 miliardi di euro dalla Banca europea per gli investimenti (BEI). Fondi che dovrebbero mobilitare tra i 25 e i 30 miliardi di euro di investimenti pubblici nei prossimi 7 anni.

Foto di bertvthul da Pixabay