La Giunta sblocca 68 milioni per le reti idriche.

68 milioni di euro per interventi di efficientamento nella distribuzione dell’acqua. Questa la cifra indicata nella convenzione per la programmazione delle risorse destinate alle reti idriche dei comuni sardi con elevati livelli di dispersione.

“La risorsa idrica per una regione che dipende per il 74% da invasi artificiali, rappresenta una ricchezza da tutelare – spiega il Presidente della Regione Christian Solinas – Oggi mettiamo in campo quelle risorse che fino a questo momento erano ferme, per avviare concretamente il piano di efficientamento delle reti di distribuzione dei Comuni sardi”.

Nel programma di efficientamento sono compresi tutti i capoluoghi di provincia (Cagliari, Sassari, Nuoro, Oristano) e numerosi comuni della Sardegna. Nello specifico, grazie alla convenzione, Abbanoa potrà portare avanti i servizi tecnici specialistici per l’efficientamento idraulico, energetico e gestionale (ingegnerizzazione) delle reti idriche di distribuzione, la gestione attiva delle reti i e gli interventi di adeguamento, riqualificazione ed efficientamento delle condotte comunali, fino al completamento del piano che, secondo le stime, interessa 230 Comuni della Sardegna.

LEGGI ANCHE:  Giorno della Memoria, Christian Solinas: "Tramandare la memoria della Shoah".

“Con la programmazione di queste risorse viene reso possibile il loro utilizzo in tempi rapidi e con modalità celeri, evitando così il rischio di perdita dei finanziamenti – chiarisce l’Assessore dei Lavori Pubblici Roberto Frongia – L’acqua, essendo una risorsa limitata e un diritto fondamentale, è un patrimonio da tutelare. La gestione della risorsa e delle infrastrutture idrauliche – conclude l’assessore – è per la nostra regione di fondamentale importanza e deve essere portata avanti secondo criteri di efficacia, efficienza ed economicità”.