Istituzioni europee, David Sassoli: “Non dividere gli europeisti. L’Europa appartiene ai giovani”.

Seguire la lezione di Valery Giscard d’Estaing per un parlamento più forte e una democrazia più solida. E’ quanto ricordato dal Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, nel corso della cerimonia in omaggio dell’ex Presidente francese Valéry Giscard d’Estaing a Strasburgo.

“È un onore per la nostra Assemblea, è un onore per me e per il Parlamento rendere omaggio a Valéry Giscard d’Estaing, ex-membro, e uomo d’eccezione al quale la nostra Europa deve molto. Valéry Giscard d’Estaing ha sempre dedicato la sua energia e il suo impegno per costruire un’Europa più forte.”

“Egli era innanzitutto un europeo convinto – ha ricordato Sassoli -. L’Europa non era per lui un calcolo strategico, o una scelta casuale. Per lui l’Europa era una prova della storia.”

LEGGI ANCHE:  Sassoli: La BEI deve essere coraggiosa

Un ruolo fondamentale per la creazione di un’Europa più democratica e unificata: “La nostra casa, quella della democrazia europea, è consapevole di tutto ciò che deve al Presidente Giscard d’Estaing, che ha aperto la strada all’elezione dei deputati europei a suffragio universale nel 1979, con un atto forte di fiducia nella democrazia europea e nella democrazia parlamentare”.

“Gli europei sanno che durante la sua Presidenza in Francia ha sostenuto l’integrazione europea e il consolidamento della democrazia in Europa, in particolare nei paesi dell’Europa meridionale. Il suo impegno a favore dell’adesione della Grecia alla Comunità, poi della Spagna e del Portogallo, dimostra una delle sue convinzioni profonde: l’Europa non è semplicemente un mercato comune o una costruzione economica, è anche e prima di tutto un principio spirituale, culturale, un tesoro di civiltà, un principio di fraternità tra i popoli”.

LEGGI ANCHE:  Oristano: a giugno il festival dei giovani.

Sassoli ha proseguito ricordando l’amicizia che legava il presidente Giscard d’Estaing al cancelliere tedesco Helmut Schmidt: “Entrambi avevano vissuto la guerra in campi opposti, provenivano anche da partiti opposti, ma Helmut Schmidt e Valéry Giscard d’Estaing hanno costruito insieme l’Europa, al di là delle differenze partitiche, basandosi sulla comunità di valori, di principi e ideali che ispirano gli europei”.

Un intervento conclusosi sul messaggio indirizzato ai giovani europei dall’ex presidente: “Negli ultimi anni della sua vita, è sempre l’Europa il tema che Valéry Giscard d’Estaing consacra nel suo ultimo saggio del 2014. Guardando con lucidità e senza compiacimento allo stato della nostra Europa, presenta con Helmut Schmidt proposte coraggiose e audaci di riforma per una maggiore integrazione, fedele al suo impegno europeo durato una vita intera. Vorrei ricordare il messaggio indirizzato ai più giovani a conclusione della sua opera «Europa»:

LEGGI ANCHE:  Politiche giovanili, Anci e Ang presentano “Progetti di solidarietà".

“Questo progetto appartiene a voi. Per farlo, dovrete abbandonare molti dei vostri pensieri negativi, come i pregiudizi politici, l’egoismo individuale, la paura del cambiamento, e credere alla forza della grande speranza che si presenta a voi di costruire una delle grandi civiltà del XXI secolo, basata sui fondamenti della nostra storia. Vi chiediamo di avere successo”.

foto Daina Le Lardic © European Union 2021 – Source : EP