Incendi, la Giunta approva il ‘Prai’.

La Giunta regionale, come annunciato dall’assessore regionale della Difesa dell’Ambiente, Gianni Lampis, ha approvato il nuovo “Piano regionale per la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi” (Prai). Una pianificazione con il compito di prevenzione e mitigare il rischio degli effetti degli incendi boschivi, grazie all’opera della Protezione civile, Corpo forestale, Forestas, Vigili del fuoco, organizzazioni di volontariato e compagnie barracellari.

Il “Piano”, articolato in sette parti, è costituito dalla relazione generale, con la pianificazione regionale e il modello organizzativo, e da sei allegati, cartografici e tabellari, che contengono i presidi territoriali e le strutture operative; la rete regionale dei punti di avvistamento e dei punti di attingimento idrico; la pianificazione per i parchi nazionali dell’Asinara e dell’Arcipelago di La Maddalena; l’elaborazione cartografica, sia in termini di previsione del rischio di incendio boschivo che in termini di ottimizzazione delle risorse disponibili; i dati cartografici delle aree percorse dal fuoco e delle insorgenze negli ultimi cinque anni; i dati tabellari dell’indice di pericolosità e di rischio di incendio di tutti i Comuni della Sardegna.

LEGGI ANCHE:  Assessore Pili: “Sosteniamo l'internazionalizzazione delle imprese”.

“Un importante documento di pianificazione regionale – ha aggiunto spiega l’assessore – che programma e coordina le attività antincendio di tutte le componenti, istituzionali e non, che concorrono, in forme e ambiti diversi, al perseguimento degli obiettivi del Piano. Al suo interno sono definite le procedure di emergenza, le attività di monitoraggio del territorio e di assistenza alla popolazione, rappresentando un documento di riferimento per l’intero Sistema regionale di protezione civile in tema di attività finalizzate a garantire la sicurezza del territorio, la prevenzione e la gestione del rischio, oltre che un riferimento per le Amministrazioni comunali nella pianificazione di protezione civile”.