Il Cagliari espugna il Castellani. Fiammata di Jankto al 69′.

Il Cagliari allunga in classifica portandosi a un passo dalla zona salvezza, avanti al Sassuolo e la Salernitana, grazie a un gol di Jankto al 69′. Una vittoria contro l’Empoli per ampi versi inaspettata visto il grande gioco dell’11 di Nicola che, per gran parte della gara, avrebbe meritato qualcosa di più in fase realizzativa.

Gara allo Stadio Castellani – Computer Gross Arena, iniziata con la stessa formazione scesa in campo contro il Napoli: Scuffet in porta; Dossena, Mina Augello e Nandez nelle retrovie; Makoumbou e Deiola in mediana, Jankto e Luvumbo sugli esterni; Gaetano a supporto di Lapadula.

Padroni di casa pericolosi già dal 4’ con Kovalenko. Dieci minuti dopo è Gaetano a impegnare Caprile dalla distanza. Un minuto dopo è Cambiaghi a creare patemi dalle parti di Scuffet colpendo il palo, sulla ribattuta la palla finisce a Maleh che calcia e trova ancora pronto Scuffet.

LEGGI ANCHE:  Calciomercaro: Lapadula firma un triennale con i rossoblù.

Momento no per il Cagliari, come confermato anche dall’uscita di Luvumbo al 32′.

Al 35’ è Destro di testa a impensierire il Cagliari: palla che finisce fuori alla destra di Scuffet e, nel finale del primo tempo.

Nella ripresa l’Empoli si riavvicina al gol del vantaggio con Cancellieri: Cambiaghi crea sulla fascia e dopo una serie di deviazioni la palla finisce sui piedi dell’attaccante romano che, nell’area piccola, non controlla bene. Al 62’ l’Empoli trova il gol dell’1-0 con Cacace ma la rete viene annullata grazie all’intervento del VAR che rileva una posizione di fuorigioco.

Pochi minuti dopo arriva, invece, il gol partita. Al 69’ Zappa viene servito sulla destra da Gaetano, salta un uomo con un gran numero e serve Nandez al centro dell’area che calcia ma trova Caprile e, sulla respinta, arriva Jankto per l’1-0. Esultanza commossa per il centrocampista ceco.

LEGGI ANCHE:  Fabrizio Caligara in prestito all’Ascoli.

Nel finale l’Empoli si butta in avanti ma i rossoblù contengono i toscani con lotta e sacrificio. Al 96′ brivido finale per il Cagliari: Scuffet salva tutto sul tentativo di Pezzella confermando la vittoria dei rossoblù. Cagliari che incontrerà, il prossimo 9 marzo, un’altra sfidante per la lotta retrocessione: la Salernitana.

Empoli (4-3-3): Caprile; Ismajli, Walukiewicz (82′ Cerri), Luperto, Cacace (72′ Pezzella); Kovalenko (72′ Gyasi), Marin, Maleh; Cancellieri (72′ Fazzini), Destro (58′ Niang), Cambiaghi. All.: Nicola.

Cagliari (4-3-1-2): Scuffet; Nandez, Mina, Dossena, Augello (77′ Azzi); Deiola, Makoumbou, Jankto (77′ Wieteska); Gaetano (87′ Shomurodov); Luvumbo (32′ Zappa), Lapadula (87′ Mutandwa). All.: Ranieri.

Arbitro: Rapuano.

Marcatori: 68′ Jankto (C).

LEGGI ANCHE:  Arriva l'Udinese. Di Francesco: "Questo è un campionato anomalo".

Ammoniti: Gaetano, Yerri Mina, Scuffet (C).

foto Cagliari Calcio/Valerio Spano