Giunta regionale. 12 milioni per il sito di Mont’e Prama.

La Giunta regionale ha approvato la delibera per lo stanziamento di 12 milioni di euro per la valorizzazione del sito di Mont’e Prama, per le annualità 2021,2022 e 2023, individuando le priorità a cui le risorse assegnate dovranno dare risposta: 7.960.000 nel triennio dovranno essere destinati a investimenti e infrastrutturazione nei siti di competenza compresa l’infrastruttura museale (sito Mont’e Prama, Tharros e Torre di S. Giovanni, Ipogeo e villaggio di S. Salvatore, struttura museale); 1.400.000 dovranno essere investiti in attività di ricerca e valorizzazione in collaborazione con Enti di ricerca regionali, nazionali e internazionali; 2.650.000 serviranno per sostenere azioni di promozione e valorizzazione del Sistema di valorizzazione integrata territoriale del Sinis – Terra di Mont’e Prama in ambito nazionale e internazionale.

LEGGI ANCHE:  'Resiste' la provvisorietà del bando (R)ESISTO.

“Attraverso la valorizzazione delle ricchezze archeologiche della nostra Isola, che rappresentano un quinto del patrimonio nazionale, possiamo attuare una piena e reale promozione del nostro territorio, contribuendo in maniera concreta allo sviluppo futuro della Sardegna”, ha detto il Presidente della Regione Christian Solinas ricordando l’importanza dei sito di Mont’e Prama e dei Giganti quali veicoli di promozione dell’Isola e straordinaria testimonianza di un passato unico nel Mediterraneo e nel mondo. “Puntiamo su investimenti e infrastrutturazione del sito, ricerca, promozione del Sistema Sinis per amplificare la potenza di questo straordinario sito – ha continuato il Presidente –  Solo valorizzando la nostra Storia, che ci auguriamo possa essere riscritta alla luce di una nuova consapevolezza che prende coscienza degli errori passati, possiamo guardare al futuro con la serenità di chi ha restituito dignità a un’Isola e a un Popolo, pronti ad accogliere le nuove opportunità di crescita economica che da uno sviluppo sostenibile attento al territorio e alle nostre radici possono scaturire”, ha concluso il Presidente Solinas.

LEGGI ANCHE:  Covid. Chiude l'ufficio di Città di via Castiglione.