Giornata internazionale della donne, Kamala Harris: “Dobbiamo garantire la sicurezza delle donne”.

Oggi, nel corso delle celebrazioni della Giornata Internazionale delle Donne al Parlamento europeo, sono intervenute la Prima ministra neozelandese Jacinda Ardern, la Vicepresidente americana Kamala Harris e la Presidente von der Leyen, per ricordare l’importanza dell’emancipazione e della leadership femminile durante la pandemia COVID-19.

In un videomessaggio preregistrato, la Prima ministra della Nuova Zelanda, Jacinda Ardern, ha sottolineato come il Covid-19 abbia aumentato le disuguaglianze strutturali tra donne e uomini e ha affermato che “solo includendo pienamente le donne in tutti i livelli di leadership possiamo garantire che le nostre risposte alla pandemia soddisfino i bisogni di tutti”.

“Siamo consapevoli che ci aspetta ancora un anno difficile. Noi, come leader, saremo messi alla prova, ma nella ripresa dal Covid-19 dobbiamo resistere alle false promesse delle prove di protezionismo e nazionalismo. Dobbiamo anche sostenere di più le imprese guidate dalle donne, come parte della strategia di ripresa dal Covid-19, in modo che possano accedere più facilmente ai vantaggi del commercio”, ha aggiunto.

LEGGI ANCHE:  Massacro di Bucha, von der Leyen: "Pieno sostegno della Commissione europea".

E’ successivamente intervenuta la Vicepresidente degli Stati Uniti, Kamala Harris: “Dobbiamo garantire la sicurezza delle donne a casa e in ogni comunità. Dobbiamo trattarle con dignità sul posto di lavoro e mettere in piedi le condizioni necessarie affinché possano prendersi cura delle loro famiglie ed eccellere sul lavoro. Infine, dobbiamo dare alle donne un ruolo paritario nei processi decisionali, poiché essenziale per democrazie libere e giuste. Questo non è solo un atto di buona volontà: è una dimostrazione di forza. Se costruiamo un mondo che funziona per le donne, le nostre nazioni saranno più sicure, più forti e più prospere”.

Kamala Harris ha poi commentato il futuro delle relazioni UE-Stati Uniti: “Il Presidente Biden e io non vediamo l’ora di lavorare con i membri di questo Parlamento per rafforzare l’alleanza transatlantica”. E, in considerazione delle molteplici crisi che il mondo sta vivendo, ha aggiunto che ”è essenziale lavorare insieme per portare avanti quei principi che rafforzano le democrazie: responsabilità e trasparenza, Stato di diritto e diritti umani. Non trascuriamo le opportunità che abbiamo”.

LEGGI ANCHE:  Bosnia-Erzegovina: preoccupazione Ue per "agenti stranieri".

La celebrazione si è conclusa con un discorso in Aula della Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, che ha dichiarato: “Troppe donne in Europa non hanno l’opportunità fondamentale di lavorare e guadagnarsi da vivere. Oggi, il tasso di occupazione delle donne è del 67% mentre quello degli uomini è del 78%. Ciò è semplicemente inaccettabile. La settimana scorsa abbiamo fissato un nuovo obiettivo per l’Europa: dobbiamo dimezzare il divario occupazionale di genere e il 78% di tutti deve avere un lavoro entro la fine di questo decennio. Non sarà facile, ma faremo tutto ciò che è in nostro potere per questo obiettivo.”

LEGGI ANCHE:  Lotta al traffico illecito di armi, l'Ucraina crea una nuova piattaforma con l'OSCE.

“La Commissione ha richiesto a tutti gli Stati membri di mettere le donne al centro dei loro piani di ripresa dalla pandemia. Sarà una vera ripresa solo se questi piani saranno per tutti”, ha concluso.

foto © Copyright Commissione europea 2020