Gaza: 28 giornalisti uccisi nelle ultime settimane.

Continua a segnare nuovi record il contatore delle vittime civili e con esso il numero dei giornalisti uccisi nelle ultime 3 settimane di conflitto fra Israele e Hamas. 28, in particolare, gli operatori dell’informazione caduti sul campo 

Numeri che atterriscono. Sono state attaccate anche le tende di fortuna che ospitano le corrispondenze di diverse testate internazionali come BbcReuters e Afp, oltre Al Jazeera, a rischio di chiusura della sede in Israele.  Mai tutto questo era accaduto prima, il sospetto è che si voglia impedire il racconto della guerra soprattutto in quell’area, dichiara in una nota l’Ordine nazionale dei Giornalisti.

“L’esecutivo del Cnog si unisce all’appello di Reporter senza frontiere e di altre organizzazioni internazionali di giornalisti che chiedono il rispetto del diritto internazionale umanitario e la fine immediata dei bombardamenti. Chiedono che l’esercito israeliano garantisca la sicurezza per i giornalisti che lavorano nella striscia di Gaza e per le loro famiglie, affinché si consenta alla stampa internazionale di esercitare il diritto dovere di informare su quanto accade in quel teatro di guerra”.

LEGGI ANCHE:  Emissioni dell’economia dell’UE nel 2022: in calo del 22% dal 2008.

foto https://www.odg.it/