Intelligenza artificiale e impresa giovanile. Si chiude l’Acli camp di Alghero.

Si è concluso il camp “La sfida dell’intelligenza artificiale per l’imprenditoria giovanile” organizzato dalle Acli della Sardegna insieme alle Acli di Sassari che si è svolto dal 26 al 28 ottobre presso l’Hotel Catalunya di Alghero 2023. “Si è trattato di tre giorni intensi e coinvolgenti pensati per i giovani tra i 18 e i 30 anni, con l’obiettivo di esplorare il ruolo cruciale che l’intelligenza artificiale gioca in vari ambiti”, spiegano i promotori.

Un evento, quindi, nato con l’esigenza di approfondire i temi dell’intelligenza artificiale e dell’imprenditoria giovanile. “L’obiettivo era quello di offrire ai partecipanti un’esperienza formativa di alto livello, con un focus su paure e opportunità offerte dalla IA con esperti del settore” racconta il presidente regionale Mauro Carta.

LEGGI ANCHE:  Trapianti, 800mila euro per il Centro Regionale.

“L’IA – ha aggiunto Salvatore Sanna, presidente delle Acli provinciali Sassari – offre straordinarie opportunità per migliorare molteplici aspetti della nostra società, ma le paure associate non possono essere ignorate. È cruciale regolamentare l’uso dell’IA in modo etico e garantire che sia a servizio dell’umanità; l’equilibrio tra opportunità e paure sarà determinante per plasmare il futuro dell’IA”.